mercoledì 27 agosto 2008

Cosa è il Tempo? Esiste il Passato?

Come è fatto il tempo? Semplicemente Il tempo della fisica, della materia, che presupponiamo in ogni nostro pensiero quando ci occupiamo dei prossimi minuti o anni…
Non esiste il tempo. Non significa che non vi è energia e che non vi è movimento, ma che il movimento non esiste come scorrere di un qualcosa su un asse chiamato "tempo". Il movimento, cioè non è qualcosa che si muove su 3 piani separati. Non è che la mela che ora ho in mano (1) in passato era un seme (2) e in futuro sarà decomposta(3). La mela che ho in mano esiste (non in quanto mela individualizzata naturalmente), il passato e il futuro non esistono. Esistono le percezioni delle idee che ho di passato e futuro, non i fatti: "passato" e "futuro". La materia della mela esiste solo nel presente (Vedi molte leggi della fisica dell'ultimo secolo come trattano il tempo). Non esiste una materia del "passato" che mano a mano che il tempo passa sovraccarica l'universo. E, naturalmente l'energia ed il movimento è tutto Con la materia presente di quella mela.
Ripeto: La Materia del passato (Il mio corpo quando ero bambino, Il corpo di mia nonna che ora è morta, il seme dell'albero che ora è un grande quercio) Non ESISTE in quanto materia, la materia non va ad accumularsi mano mano che il tempo scorre. Come non esiste la MATERIA del futuro. La mela che tocco ora, che sento, Quella è l'unica MATERIA, che è in movimento presente, sia la mela che le cellule che il mio corpo che le stelle e l'universo...
E se il passato e futuro esistessero "Non Nella materia", divisi dalla materia, ma in strani piani e campi immaginati, dove starebbero? Questi piani chi li ha mai Identificati? Quale legge fisica li descrive, seppur approssimativamente? E come potrebbero se non fossero materiali causare qualcosa nella materia presente? Ad esempio mio figlio sta per morire perchè è stato colpito da un proiettile di arma da fuoco, Se il proiettile del passato non fosse materiale, in che maniera potrebbe essere CAUSA della morte di mio figlio e di tutte le conseguenze sulla materia del corpo di mio figlio? Non è forse che la causa materiale di un evento materiale è tutta sullo stesso unico piano, il Presente?
Esistono le idee e le memorie, che si possono percepire. Noi possiamo PENSARE al passato e al futuro. Ma i contenuti delle idee che pensiamo non sono materiali, se pensiamo ad una brocca d'acqua, non potremmo dissetarci nel deserto con l'idea che stiamo pensando in quanto stiamo solamente percependo una rappresentazione in memoria di una brocca di acqua. E quello che stiamo percependo in realtà non è H2O ma alcune memorie cerebrali che ci rappresentiamo mentalmente come immagini di acqua.

Esiste il passato e il futuro? Esiste qualsiasi cosa che non sia presente? Esiste nella materia della fisica, degli atomi, qualcosa che non c’è ma che c’era? Che significa c’era? Quando dico “c’era” non sto forse pensando ad un idea il cui contenuto non è ora presente? Esiste un “c’era” senza la coscienza di un uomo che lo pensa? Come è fatto il mondo senza un uomo che pensa ai “c’era” o ai “ci sarà” o “ci sarebbe” o “dovrebbe essere cosi”?
Anche le memorie e i ricordi esistono nel presente in quanto supporto fisico di memoria, ma il loro contenuto esiste nella materia? Se Ricordo la mia casa che avevo da bambino che ora è distrutta, quella casa esiste fisicamente, nella materia? Esiste il lampadario della casa come io lo ricordo? No di certo. Nel momento in cui ricordo, Esiste solo una rappresentazione di essa nelle mie cellule cerebrali e io la percepisco sotto forma di idea o memoria. Quindi, a parte ciò che immaginiamo, esiste il passato nella realtà?

E’ forse questo passato, di cui abbiamo vaghe idee contraddittorie a causare il presente? Ma se non c’è nella materia, come può causare qualcosa di reale nel presente? Se si presuppone l’esistenza reale del passato in quanto esistente (quindi come materia) tutte le teorie entrano in contraddizione… Dove sarebbe questo passato di uomini che ora sono morti, di città che non ci sono piu? Questi atomi dove sono? nella maniera in cui li immaginiamo ricordando il passato?

Da qui nasce tutto il fantasticare di realtà con vari piani diversi dal presente, presunte realtà diverse dalla materia presente e che seguono leggi diverse… Queste realtà questi piani queste fantasie, hanno una parvenza di coerenza? E tutto il proliferare di idee teorie e opinioni non è forse, sempre, il contenuto del pensiero?

L’esistenza di un bambino che nasce, un fiore, una galassia in espansione, una forma di vita che si genera in un pianeta lontano, può essere causata dal passato? La materia presente è causata da un passato che c’era e che non c’è? Oppure solo il presente nel suo movimento può essere causa di tutto e solo da qui può venire l’energia? Tutto nasce dal presente… Comprese le azioni del pensiero e della coscienza che si occupano delle idee e memorie del passato e del futuro…