giovedì 26 marzo 2009

Il Mondo è un Azienda? DA VEDERE!!!

"LA STORIA DELLE COSE" Parte, 1,2,3

Da Vedere!!! I Limiti del Consumismo, semplice e breve documentario datato ma fatto benissimo che spiega con chiarezza tutti i punti fondamentali della catena del consumismo... da insegnare alle scuole elementari





Il Mondo è un Azienda? Possiamo Ridurre il Mondo in un azienda con una rete di proprietari che controllano i governi? E' Questo il senso del Mondo?

La crisi ha una causa profonda, è tutto il sistema del "mondo che è una ditta" che va rivisto, il sistema che "chi è piu ricchissimissimo" decide senza umanità ne giustizia e impone...

il sistema consumistico che spinto a questi livelli genera una rete di potere in alto dove tutti sono connessi e influenzano anche tutti i governi. e la cima di questa piramide ha come unico scopo il profitto, senza se senza ma, il profitto senza guardare null'altro...


ad ogni modo se c'è crisi i soldi vanno in alto, se c'è benessere i soldi vanno in alto.. se non si cambia la struttura non ci sarà mai una distribuzione equal delle risorse...

il mondo viene spogliato dalle ricchezze e uno ha la sola scelta: o diventare povero oppure inserirsi nel meccanismo di profitto a scapito degli altri, mi salvo io e faccio morire te, perche i poveri saranno sempre di piu e i ricchi sempre piu ricchi, quella è la tendenza...

attenuare la crisi senza porsi domande sul problema scatenante significa solo rimandare il collasso ;)







Cosa Produce La ricerca del profitto come obiettivo principale della vita? Senza limiti ne ostacoli? Semplificando la vita nel piacere di consumare, possedere, e apparire? Tralasciando tutte le altre infinite sfumature della vita?

informiamoci, informiamoci informiamoci e non scanniamoci fra di noi!! finche non saremmo tutti d'accordo su quello che accade nessuna azione ci sarà...

e dato che i media e i giornali e tutte le potenze che esistono in Italia economica politica pubblicitarie sono in mano a pochi, le informazioni ce le dobbiamo fare fra di noi... diffondiamole...

i primi passi devono essere.

1 abolire finanziamenti pubblici ai giornali
2 evitare monopolio e accumulo di poteri tutti in poche mani... non può esistere e non p legale in nessuna nazione civile che poche persone abbiano il potere economico , mediatico e insieme il governo!!

finchè non ci sara una democrazia, mettersi a discutere sui dettagli e discutere fra di noi sui singoli argomenti non fa che diminuire l'intensità della nostra azione...
saremmo sempre alcuni singoli tutti con opinioni diverse che non hanno canali per parlar e parleranno con un gruppo del 10 20% della popolazione tutto compatto...
non c'è discussione cosi...

informare diffondere, senza offendere ne attaccare, fare capire senza creare resistenze...
per arrivare primo passo a un minimo di democrazia

DOPO SI PUO SCEGLIERE e vediamo le nostre preferenze!!!

esprimere preferenze ora, sostenere o attaccare una parte, un ideologia o una PERSONA, farlo ora, quando la democrazia è in coma... serve solo a distogliere lo sguardo dal fatto che noi non abbiamo nessun potere diretto sulle grandi decisioni della nostra nazione...







Bisogna capire che la scelta che abbiamo non è fra Berlusconi o un suo oppositore, Berlusconi prima o poi morirà (che ci crediate o no anche lui morirà) e ce ne saranno altri 100 proni a sostituirlo... la scelta non è fra il simbolo A, B, C (perchè gli elettori non sono nemmeno piu liberi di scegliere una persona ma solo i simboli, poi i contenuti dei simboli li rimpastano a piacere, come impastano le leggi)...

Il Concetto molto profondo da capire è che non abbiamo scelta votando un oppositore di berlusconi, se facciamo cosi non facciamo che consolidare la piramide, come abbiamo sempre fatto...


L'alternativa oggi non è fra 2 partiti politici, i partiti sono sempre inseriti nella piramide economica, non si votano piu ideologie, non ci sono ideologie in grado da sole di disgregare la ricerca di potere che c'è nell'uomo e che si manifesta nel capitalismo estremo e puro, nella ricerca di potere, desiderio e sicurezza nel materiale... questa ricerca è in ogni uomo, qualunque sia la sua ideologia...






Quindi l'unica scelta che abbiamo è cambiare il POSTO e non il simbolo e nemmeno il politico...

La Lotta è fra Compatto e frammentato...


Ovvero fra Potere/desiderio e umanità/intelligenza, sono tutti dentro di noi e estesi, Ma un disequilibrio come quello prodotto finora produce tutta la divisione e la povertà nel mondo...

Fra Partiti e singoli, Fra Eserciti e Terrorismo, Fra Media e Rete (finora poco censurata), Fra Masse e Individui, Fra Consumare produrre e comprare tutto a ogni costo e invece fare una vita umana, fra Guerre e pace... fra differenze enormi fra ricco e povero e uguaglianza nella dignità delle persone... Fra Frenesia e tranquillità... Fra Ideologie e intelligenza... Fra Controllo e libertà...





E Ancora... Prendiamo atto che non c'è opposizione ne scelta ne alternativa in Italia, Berlusconi controlla anche tutto il centro e ha volutamente non controllato solo la frangia estrema della sinistra (che gli fa comodo cosi)... poi con le attuali leggi elettorali la scelta sarà solo fra berlusca e berlusca, o magari fra berlusca e un oppositore messo da lui per non fare vedere troppo che c'è l'impero...

esiste solo un tipo di opposizione, la scelta non è fra partito o partito, questo tipo di scelta è solo a favore di chi già controlla tutti i poteri media, economia, pubblicità, giornali...

la scelta è solo fra il compatto e il frammentato... bisogna solo frammentare e non Opporre un nuovo partito a berlusconi altrimenti lo si rende solo piu forte, lo dobbiamo capire...

Per cambiare le cose seve il consenso, per avere il consenso la gente deve essere informata. il nocciolo è sempre quello, non c'è democrazia senza libertà e qualita di informazione... se i media sono in mano a pochi non è democrazia...

i media non possono essere in amno a pochi...
i quotidiani non possono ricevere finanziamenti pubblici e diventare dipendenti dei politici...




Le azioni in pratica sono:
Consumiamo il NORMALE! Non diamo consenso a nessun partito ne ideologia! Parliamone in giro, non abbiamo vergogna di dire ciò che è evidente, Diffondiamo le informazioni finchè possiamo, di qualunque tipo da qualunque fonte e ideologia o anche meglio, fatti puri senza ideologie, parliamo, in rete e compensiamo in parte la censura e il fatto che i media sono in mano a pochi, Ragioniamo con le nostre teste domandiamoci tutti e non prendiamo le opinioni fronte dei media o di nessun altro!

Finchè non c'è libertà di informazione non c'è democrazia...

1. aboliamo la possibilità (come in ogni stato civile è illegale) che i media, l'economia, la pubblicità, la politica siano tutti in mano a poche persone... c'è monopolio!!!

2. aboliamo i finanziameni pubblici ai quitidiani! i giornalisti sono stipendiati dai politici con i soldi nostri!!