domenica 5 aprile 2009

GGIL in Piazza: Commenti Contro

Gasparri: Cgil preferisce la piazza
Tremonti: proposte siano giuste anche nei mezzi

(ANSA) - ROMA, 4 APR - ''Spiace che la Cgil abbia ancora una volta scelto la piazza invece del confronto''. Maurizio Gasparri (Pdl) commenta cosi' la manifestazione. ''Le misure per lavoratori, imprese e famiglie -aggiunge polemicamente- continuera' a prenderle il governo con responsabilita', lasciando ad altri inutili carnevalate''. Il ministro dell'economia Tremonti chiede che le proposte dalle forze sociali siano giuste ''non solo nel fine ma anche nel mezzo: prima finisce la protesta e inizia la proposta, meglio e'. Sempre dal Pdl, il presidente dei deputati Cicchitto stigmatizza il fatto che ''mentre la Cisl e la Uil fanno il loro mestiere di sindacati e contrattano con il governo provvedimenti come gli ammortizzatori sociali ed altre misure utili ai lavoratori, la Cgil organizza una manifestazione programmata da mesi a testimonianza che essa e' la forza-guida dell'opposizione politica''. ''Franceschini in piazza dimostra che il Pd si sta spostando a sinistra'', commenta Cesa (Udc) facendo appello ''a tutti i riformisti e i moderati perche' siamo gli unici a costituire un'alternativa a questo governo''. Anche Bruno Tabacci giudica ''un clamoroso errore'' l'adesione di Franceschini alla manifestazione della Cgil. (ANSA)


QUALE MESSAGGIO VOGLIONO FARE ARRIVARE CON I COMMENTI CONTRO?

In sostanza il messaggio che deve passare dai media è questo: Se scendi in piazza fai una carnevalata ed è inutile. devi cambiare mezzo e prendere accordi con il governo

La piazza è il cittadino ed è incontrollabile, chi detiene i media e il potere ha vantaggio che il cittadino non si conosca in piazza e che i suoi referenti trattino con i potenti, semplicemente perche il sistema consumistico non ha antagonisti e ingloberà tutto...

Bisogna cambiare pian piano il sistema e non mettersi a scegliere cosa sia meglio fra "piazza o patti con il governo", perchè in queste 2 opzioni non c'è scelta: la piazza la stanno ridicolizzando e smontando nei termini, lo sciopero virtuale, chi manifesta è guerrigliero o ridicolo... I patti con il governo sono inesistenti perchè il governo ha così tanto potere da poter semplicemente imporre le regole senza regalare molte briciole...


Attenzione: non voglio entrare in merito al fatto se sia vero o no che uno è ridicolo in piazza o che ci sia stato o no un guerrigliere con il mitra e le bombe in un'altra piazza, anche se fosse vero, il mio discorso è:
Quale è' l'intenzione dei media? Che messaggio vogliono fare arrivare alla lunga? Diminuire il potere delle piazze e qualsiasi tipo di contraddittorio, e inglobare tutto nel sistema capitalistico mondiale dove il potere è piramidale e il potere va in alto a seconda dell'influenza economica sul mercato.