mercoledì 11 aprile 2012

Avere una Visione Oggettiva

DI MARCO CANESTRARI

VEDI TUTTA SERIE IN PLAYLIST

Durante i consueti incontri di Riflessione Sulla Coscienza a cura di Marco Canestrari ci siamo chiesti: A cosa serve una visione senza punto di vista?

Abbiamo già visto nelle ultime riflessioni, come una visione con un punto di vista, influenzato da memorie, esperienze e gusti personali, sia sempre limitata e mai oggettiva. Ci ritroviamo quindi spesso ad osservare le cose con degli occhiali, che ci forniscono una visione distorta del mondo. Questa visione, questa convinzione di essere separati e differenti dalle altre persone è causata dall' "io". Quando osservo, IO sono convinto di essere separato da ciò che guardo, IO sono costante nel tempo e posso modificarmi, IO ho dei MIEI sentimenti, diversi da quelli degli ALTRI. E questa visione porta con se tutti i suoi limiti, la sua soggettività.

È possibile avere un'osservazione senza preconcetti? Senza IO? Ne parleremo nei prossimi incontri...

Testo di Fauno Lami

INFORMAZIONI SUGLI INCONTRI A ROMA

L'articolo ti è piaciuto? dagli visibilità Cliccando su OK!!