domenica 9 dicembre 2012

Una Società Senza Moneta

DI VENUS PROJECT
RIADATTAMENTO DI GIANPAOLO MARCUCCI

senza moneta
Una società senza moneta è possibile e posa le sue fondamenta sul concetto di Economia Basata sulle Risorse: Un sistema in cui tutti i beni e i servizi sono disponibili senza l'uso di denaro, credito, o qualsiasi altro sistema di debito, in cui tutte le risorse diventano patrimonio comune di tutti gli abitanti e non solo di pochi eletti.

La premessa su cui si basa questo sistema è che la Terra è ricca di risorse abbondanti, mentre la  pratica di razionamento di esse, attraverso il sistema monetario, è inutile e addirittura controproducente per la nostra sopravvivenza. La società moderna ha accesso a tecnologie altamente avanzate e potrebbe rendere disponibili prodotti alimentari, vestiti, abitazioni e cure mediche; migliorare il sistema educativo e sviluppare una fornitura illimitata di energia rinnovabile non inquinante per tutti a costo zero.

Al momento, abbiamo abbastanza risorse materiali per fornire un tenore molto elevato di vita a tutti gli abitanti della Terra. Solo quando la popolazione si sente in competizione per il proprio sostentamento emergono problemi come l'avidità, la criminalità e la violenza. Con il superamento della scarsità, la maggior parte dei crimini e dei modi attraverso i quali oggi puniamo tali crimini non sarebbero più necessari. 

Molte persone credono che oggi ci sia troppa tecnologia nel mondo, e che la tecnologia sia la causa principale dell’inquinamento ambientale. Questo è scorretto, è l'abuso o l'uso scorretto della tecnologia ad essere un problema. La tecnologia non è nostra nemica, come non lo è l’automazione e lo sviluppo della robotica: Le macchine potrebbero sostituirci in quasi tutte le attività produttive,  accorciare le nostre giornate lavorative e allo stesso tempo incrementare la disponibilità di beni e servizi.

Un'economia mondiale basata sulle risorse coinvolgerebbe anche gli sforzi a tutto campo per lo sviluppo di nuove fonti pulite e rinnovabili di energia: geotermica, solare, fotovoltaica, eolica, idroelettrica etc. Saremmo finalmente in grado di avere energia in quantità illimitata totalmente  senza costi. Con il sistema d'inventario automatizzato su una scala globale, potremmo mantenere un equilibrio tra produzione e distribuzione. Sarebbero disponibili solamente cibi nutrienti e sani e l'obsolescenza pianificata dei beni sarebbe non necessaria e inesistente in un'economia basata sulle risorse. Quantità considerevoli di energia sarebbero anche risparmiate eliminando la duplicazione di prodotti concorrenti come ad esempio utensili, posate, barattoli, pentole e aspirapolveri, etc. Con l'eliminazione del debito, la paura di perdere il proprio lavoro non sarebbe più una minaccia. Questa sicurezza, combinata con l'educazione sul come rapportarsi l'uno all'altro in un modo molto più costruttivo, potrebbe notevolmente ridurre il nostro stress, sia mentale che fisico, e lasciarci liberi di esplorare e sviluppare le nostre capacità. Se un gruppo di persone con oro, diamanti e denaro fossero bloccati su un'isola priva di risorse quali cibo, aria e acqua pulita, la loro ricchezza sarebbe irrilevante per la loro sopravvivenza. È solo quando le risorse sono scarse che il denaro può essere usato per controllare la loro distribuzione. Uno non potrebbe, per esempio, vendere l'aria che respiriamo o l'acqua che scende in abbondanza da un ruscello di montagna?

Il denaro è importante solo come mezzo di scambio in una società in cui certe risorse necessarie per la sopravvivenza , in quanto scarse devono essere razionate, ma non è una risorsa in sé. Il denaro è una convenzione sociale, un accordo, non è né una risorsa naturale, né ne rappresenta alcuna. Non è necessario per la sopravvivenza, ma lo diventa se noi gli diamo tale importanza e lo vediamo diversamente da quello che è: carta colorata.

FONTE: VENUS-PROJECT

L'articolo ti è piaciuto? dagli visibilità Cliccando su OK!!
Related Posts with Thumbnails