martedì 26 marzo 2013

Perchè ci Sentiamo Minacciati Senza Trovare una Soluzione?

DI MARCO CANESTRARI



PARTECIPA A QUESTA DISCUSSIONE NEL NUOVO FORUM

Cerchiamo giorno dopo giorno una sicurezza individuale. Ci sentiamo chiaramente identificati nel nostro nome, nel nostro ruolo, nel nostro lavoro o nel nostro passato.

"Vabbé, ma anche se fosse? Perché ci dobbiamo fare tutti questi problemi? Io voglio provare piacere, non voglio farmi troppi pensieri pesanti o vivere di costrizioni. Che bisogno c'è di farsi queste domande, andiamo tutti a ballare e divertirci, non è meglio?" È inutile fermarsi a ragionare su quanto sia grande la nostra sofferenza? Vivremmo meglio cercando di colmarla come abbiamo sempre fatto, senza troppe complicazioni? Se ci poniamo queste domande, sorge un altro dubbio: abbiamo mai sentito davvero l'origine della sofferenza? Siamo mai entrati in contatto con la nostra mancanza di sicurezza senza cercare di scappare, senza attività frenetiche, senza guardare altrove? Se si, allora abbiamo visto chiaramente quanto questa nostra mancanza sia enorme e profonda. Una sofferenza tale ingloba e distrugge ogni tentativo di fuga. Ci illudiamo del fatto che le nostre attività quotidiane possano essere risolutive, quando invece non influenzano nemmeno minimamente l'enorme ombra che ci portiamo dietro. Meno infinito più cinque fa sempre meno infinito.

">Se non ci rendiamo conto della gravità reale della situazione in cui ci troviamo, prima di fare un'azione che riteniamo possa essere risolutiva, stiamo agendo in maniera confusa ed inconcludente, come uno struzzo che infila la testa sotto la sabbia. Preferiamo illuderci che tutto si possa risolvere, che la felicità sia dietro l'angolo, senza nemmeno conoscere l'origine di noi stessi e del nostro dolore. Si può anche decidere di non vedere e continuare a pensare ed immaginare tutte le cose che ci possono dare piacere, ma finché non faremo i conti con la realtà, tutte le nostre azioni rimarranno invischiate nell'incompletezza e nell'insoddisfazione e la vita sarà sempre pronta a presentarci il conto.

TESTO DI FAUNO LAMI

L'articolo ti è piaciuto? dagli visibilità Cliccando su OK!!