domenica 5 gennaio 2014

Siamo Liberi di Fare Tutto Ciò che Vogliamo?

DI MARCO CANESTRARI


Marco Canestrari racconta, sotto forma di storia dell'uomo, il nostro rapporto con la volontà, il nostro essere fortemente legati, più di ogni altra cosa, alla libertà di fare ciò che vogliamo senza limite alcuno e il nostro difendere in tutti i modi questa libertà. 

Ma da cosa la difendiamo? E perché? Se ci diciamo portatori della fede di una volontà senza limiti, una volontà che dal nulla ha creato tutto, ha plasmato la materia, ci ha fatto volare nei cieli, respirare sott'acqua, comunicare con la rete e che in futuro produrrà cose ancora più stupefacienti, che bisogno abbiamo di difenderla a spada tratta? Se la nostra volontà è senza limiti, di cosa abbiamo paura? Non è che per caso, in fondo in fondo, temiamo che esista una volontà superiore che può minacciarci? Un entità superiore (quella che chi è religioso chiama "Dio"?) che può toglierci questa libertà di fare ciò che vogliamo? Se esistesse, la nostra volontà non sarebbe illimitata, avrebbe dei vincoli, dei paletti, eppure facciamo proprio quello che vogliamo ed è sempre stato così. Di contro, se pensassimo con sincerità che non esiste, non avremmo paura, eppure ce l'abbiamo. Non potremmo considerare una terza possibilità? Ovvero che, sì, esiste una volontà senza limiti e che noi possiamo parteciparvi? Che esiste Dio e che Dio siamo noi? Al posto di reagire freneticamente a stimoli che noi crediamo esterni, continuamente vagando alla cieca mossi dalla paura, potremmo provare a fermarci e guardare di cosa stiamo parlando? Fermarci, nel presente, e guardare che cos'è questa volontà e quanto è perfetta?

TESTO DI GIANPAOLO MARCUCCI

Per rimanere sempre informato sulle Lezioni di Marco Canestrari iscriviti al nostro
L'articolo ti è piaciuto? dagli visibilità Cliccando su OK!!