domenica 19 ottobre 2014

Tu non sei Materia, sei la Mente

DI MARCO CANESTRARI


Spesso ci identifichiamo con il nostro corpo, con il nostro cervello o con tutto ciò che vediamo e percepiamo con i sensi. A causa di questa identificazione soffriamo, quando la materia intorno a noi muta inaspettatamente ed inevitabilmente: una malattia, un furto o la morte di un nostro caro. La sofferenza ha modo di esistere solo finché crediamo di far parte di questo mondo materiale. Ma è davvero così?
Chi è che osserva ed interpreta la materia? Ogni volta che osserviamo un oggetto stiamo ignorando l'aspetto più importante della realtà: l'osservatore.

RIPRESE, MONTAGGIO E TESTO DI FAUNO LAMI