domenica 30 novembre 2014

L'amore per la Domanda

DI MARCO CANESTRARI


Durante questi anni vi ho fatto milioni di domande, e continuo a farvele, ma quale é il senso del domandare?

Quando vi faccio una domanda voi fate l'attività sbagliata: Cercate di dargli una risposta.

Questo sforzo é vano, dato che ogni risposta sarà percepita in base a ciò che precedentemente abbiamo deciso di essere. In questo caso la risposta sarà solamente la visione, il prodotto e la giustificazione del sistema di pensieri di colui che cerca.

Non é ciò che vi chiedo. Io non vi chiedo di perseguire risposte in base a ciò che avevate deciso in precedenza, perdendo di vista e dissociandovi da colui che adesso chiede e che cerca, ovvero da voi stessi.

Quando vi faccio una domanda io vi invito, invece, ad entrare in essa ed accoglierla in voi e comprenderla emotivamente fino a vederne l'inizio, la sua perfezione, giustezza e santità, cioè fino al punto di amare colui che fa la domanda come fosse voi stessi.

A quel punto la domanda é risolta, perché scopri che tu sei giusto