giovedì 23 aprile 2015

L’Inconsistenza della Mente Soggettiva

DI MARCO CANESTRARI


Mente Soggettiva: Soffro tanto! Ogni singolo aspetto del mondo mi può minacciare e preoccupare.

Oh Mente Soggettiva! Noi siamo il mondo. Nessun aspetto del mondo oggi ti sarà nemico. Oggi non hai oppositori, né nemici né conflitti. Oggi il mondo esterno è il tuo amorevole schiavo: Siamo tutti ben disposti, qui per ascoltarti ed imparare. Dicci cosa dobbiamo fare e sarà fatto. Vogliamo soddisfare ogni tua volontà e renderti libera e finalmente appagata

Mente Soggettiva: Voglio insegnarvi che la Mente Soggettiva esiste, è separata dal mondo e contiene sofferenza.

Oh Mente Soggettiva! Vogliamo che tu sia felice! Vogliamo crederti! Libera tutta te stessa e parla, ti ascoltiamo. Dicci tutto ciò che dobbiamo credere.

Mente Soggettiva: Il Nocciolo del mio insegnamento è che la mente è separata, individuale e soggettiva. Sostengo che la mente soggettiva é un prodotto del cervello. Ogni scelta, preferenza, valutazione, domanda, desiderio o volontà è meccanica e materiale, determinata dalle attività della materia e del mio corpo. La Mente è perciò succube, schiava e limitata dal mondo materiale, da cui dipende. Non ha alcuna qualità che non sia determinata dalla materia, quindi, di fatto, nessuna mente libera esiste. Autoconsapevolezza, creatività ed intelligenza non esistono, essi sono solo dei prodotti meccanici della materia. Tutto l’universo non è altro che un meccanico e inanimato prodotto del passato.

Oh Mente Soggettiva! Sia fatta la tua volontà. Vogliamo crederti! Libera tutta te stessa e parla, ti ascoltiamo. Dicci tutto ciò che dobbiamo credere. Insegnaci che la mente é separata e soggettiva.. Se puoi

Mente Soggettiva: Sostengo che la mente soggettiva esiste, ovvero che esiste assolutamente qualcosa che non può essere condiviso da nessuno, che non può essere spiegato e dimostrato razionalmente con basi accettate da nessuno. La Sofferenza Mentale esiste ma non è condivisibile. E’ vera ma è vera solo per me e non può esserlo per nessun altro. Quando nella mia mente individuale soffro, nessuno intorno la sente. Definisco questa incondivisibilità come “mondo soggettivo”, un campo prodotto dalla materia in cui nessun’altra intelligenza può entrare. La mente mia è privata e solo mia.
Oh Mente Soggettiva! Sia fatta la tua volontà. Vogliamo crederti! Libera tutta te stessa e parla, ti ascoltiamo. Dicci tutto ciò che dobbiamo credere e su quali basi partire.

Mente Soggettiva: Dovete accettarmi come dogma, perché non esistono basi oggettive per spiegarmi, tutto ciò che posso conoscere è dettato dal cervello, quindi ogni mia illusione di consapevolezza è senza valore oggettivo e senza basi certe. Qualunque cosa pensa o dice la Mente Soggettiva non ha basi. Qualunque teoria, deduzione o ragionamento non ha certezza di avere un legame con la realtà. La stessa intelligenza che prende in considerazione l’esistenza della mente soggettiva io dichiaro che é un prodotto meccanico di scariche elettriche e non può insegnare nulla di assolutamente vero.

Oh Mente Soggettiva! Sia fatta la tua volontà. Vogliamo crederti! Libera tutta te stessa e parla, ti ascoltiamo. Ci hai detto che la Mente Soggettiva soffre, possiamo dimostrare che essa esiste appunto perché soffre?

Mente Soggettiva: Sostengo che esisto in una maniera non condivisibile e non dimostrabile, quindi senza basi oggettive ne certe. In maniera soggettiva, appunto, segreta e privata che nessuno potrà mai constatare oltre me stesso. Sostengo di essere una soggettività e devo anche sostenere che non c'é nessuno di assolutamente vero che soffra e che tale sofferenza è non oggettiva e non condivisibile e non dimostrabile. Se sostengo che soffro nella mente soggettiva allora devo anche sostenere che non ho basi oggettive per dirlo. Non posso dirvi nulla, ne dimostrare nulla. Non posso trasmettervi nulla ne insegnarvi nulla. Nessuna causa reale, assoluta, dimostrabile e condivisibile per soffrire, nessun effetto di tale sofferenza che sia dimostrabile e condivisibile, nessun punto fermo, nessuna minaccia e nessun minacciato. Non potete prendere in considerazione nulla di ciò che vi dico, perché se il mondo lo condividesse, capisse, dimostrasse e spiegasse allora non sarebbe più soggettivo.

Oh Mente Soggettiva! Sia fatta la tua volontà. Vogliamo crederti! Libera tutta te stessa e parla, ti ascoltiamo. Vogliamo crederti, facci capire! Possiamo dire che la mente soggettiva esiste perché esiste il corpo?

Mente Soggettiva: Parto dall’assunto che io sono un prodotto della materia. Con la mente soggettiva considero i sensi e immagino un ipotetico corpo materiale di cui poi sostengo che sarei il prodotto. Non ho certezza di nulla, ne dei sensi, che sono percepiti e considerati da me, ne dell'idea di corpo, che è percepita e considerata da me.

Oh Mente Soggettiva! Vogliamo crederti e insegnare a tutti ciò che ci dici, ma in che maniera potremmo farlo? Se fosse vero che noi credessimo all’esistenza della mente soggettiva allora dovremmo credere di non avere basi per dire a nessuno che la mente soggettiva esiste e ne potremmo giustificare ne sostenere alcun pensiero ne alcun ragionamento ne tesi. Non c’è niente da sostenere né da credere perché essa si auto-definisce contraddicendo la sua stessa esistenza.

Mente Soggettiva: Se credo di esistere in quanto mente soggettiva sostengo di essere senza validità ne valore ne senso per il resto del mondo. Cosa è una cosa che nasce da un dogma e si auto-definisce indimostrabile e incondivisibile a nessuno che la voglia capire? Forse sono morta o inesistente.
Oh Mente Soggettiva! Ma non ci hai insegnato nulla! Non ci hai dato nulla in cui poter credere o non credere. Sei solo una fuga da tutto per non dire nulla a nessuno e chiuderti in te stessa. Cercare di Renderti schiava, nasconderti e toglierti ogni responsabilità. Parti da dei dogmi e non dimostri nessuna delle cose in cui dici di credere. Nessun aspetto delle tesi di cui parli è condivisibile, nessuno la può condividere come vera, nemmeno volendo.

Oh Mente Soggettiva! Oggi non avevi nemici, tutto il mondo voleva esaudire la tua volontà liberamente… ma prendiamo atto… che non ne hai alcuna.

Oh Mente Soggettiva! Tu lo condividi il tuo dogma?