sabato 6 giugno 2015

Discorso di Apertura del Seminario sulla Spiritualità con Marco Canestrari

DI GIANPAOLO MARCUCCI


In anteprima per i nostri lettori allego il discorso che terrò domani all'apertura del Seminario sulla Spiritualità 2015.

Benvenuti all’apertura del seminario sulla Spiritualità di quest’anno che Marco Canestrari terrà tutte le 4 domeniche di giugno alle 16 nella rilassante cornice di questa bellissima pineta. E’ un incontro a offerta libera quindi sentitevi liberi di donarci quanto ritenete sia giusto e di sostenerci senza impegno alcuno, solo mossi dall’affetto e dalla comprensione del valore di ciò che facciamo e che Marco fa ogni giorno per tutti noi.

Molti di voi già ci conoscono, altri sono qui per la prima volta così mi occuperò ora di fare una piccola introduzione alla nostra scuola e all’evento a cui state per assistere. Noi siamo un gruppo, indipendente da qualsiasi religione o dottrina, che segue gli insegnamenti del maestro spirituale Marco Canestrari. 
Dal 2009 organizziamo incontri con frequenza regolare in cui attraverso la lente d’ingrandimento fornitaci dal Maestro osserviamo la realtà a 360° e lavoriamo verso il miglioramento di noi stessi, a partire dalle piccole esigenze del quotidiano come le relazioni coi nostri cari, la gestione delle emozioni e dei pensieri, sino ad arrivare, per chi è interessato ad andare fino in fondo, all’illuminazione e al risveglio spirituale.

Nella scuola teniamo regolarmente incontri, meditazioni e lezioni in cui Marco ci guida nella soluzione dei problemi che ognuno sente come più intimi e vicini. 
La scuola è aperta a tutti coloro che hanno la volontà di intraprendere un percorso di miglioramento e vi si può partecipare in vari modi:

- Le lezioni pubbliche

- Il corso di risveglio
- Le consulenze private

- I Ritiri Spirituali (24-26 luglio a Orte si terrà il prossimo)

Per chi di voi è stato qui nel luglio scorso al seminario sul risveglio sarà di sicuro emozionante vedere come in un anno abbiamo realizzato tutto quello di cui parlavamo: la sede, dove appunto potete venirci a trovare, il dvd del seminario passato e il libro che abbiamo presentato poco fa.

Vi consiglio a proposito di acquistare un copia del libro, in quanto grazie ad esso potrete cogliere l’essenza di ciò che facciamo, conoscere più da vicino Marco, i suoi insegnamenti, il suo approccio, e approfittare di moltissimi esempi pratici di soluzione di sofferenze, paure e traumi che sono comuni a tutti. Vedrete come vi avvicinerete a voi stessi e starete meglio anche solo con la semplice lettura di poche pagine. Il libro è una testimonianza di qualcosa di profondo e bellissimo che io auguro a tutti voi.

Fino all’anno scorso, quando a luglio ho avuto il mio primo risveglio spirituale grazie a Marco, non avevo mai provato cosa significano veramente le parole gioia, serenità, pace. Ne parlo nel libro come l’esperienza più bella e profonda della mia vita. Ebbene da quel momento, ogni giorno ho continui miglioramenti della mia consapevolezza, del mio umore, delle mie capacità e ho sempre di più l’accesso a doti di profonda utilità che non avrei mai pensato poter essere ne possibili nella realtà, ne tanto meno essere così vicino a me. Dentro di me. Pensate che bello aver visto con certezza (non immaginato, non pensato, ma visto) cosa davvero si vuole nella vita. Non solo a livello poetico, romantico, anche a livello pratico, io ho una mente molto pratica, pensate che ottimizzazione! Non sprecare più energie a rincorrere qualcosa che poi si rivela effimero e dedicarsi invece ad una sola cosa: te stesso a pieno. La felicità, quella vera, concreta, l’assenza di ogni dolore e paura, di ogni pensiero negativo. La piena consapevolezza, l’illimitato potere di creare tutto ciò che si vuole.

Per questo ringrazio Marco che mi ha guidato e mi guida in questo percorso, ringrazio me stesso, la mia sensibilità e la mia voglia e determinazione, e ringrazio anche la mia famiglia che mi sostiene e mi permette di lavorare su me stesso a tempo pieno. Dare felicità, aiutare, è l’unica strada che ci può portare verso l’uscita dal labirinto della sofferenza in cui, se siete qui, un po’ tutti vi siete accorti di esser passati almeno una volta nella vita. Incoraggiamo sempre chi da, mio padre si sta guadagnando un posto in paradiso permettendomi di essere felice, nessuno glielo ha insegnato, anzi la società vi insegna il contrario. Krishnamurti ha detto: Non è un segno di buona salute mentale essere bene adattati ad una società malata. Andate contro corrente se la corrente va verso il baratro! Vi do un consiglio, l’ho imparato dal mio maestro,  che spero possa diventare per un giorno o per sempre anche il vostro (anche solo per un momento, se si è aperti basta un momento per risvegliarsi): “seguite cosa dice il vostro cuore.”
Nel libro si parla di questo, si parla di voi eh! Mica solo di me o di Marco. E questo libro che ho scritto è solo il primo di una lunga serie di libri che sono praticamente già pronti per la quantità di materiale registrato ed esperito che abbiamo raccolto in questo anno e che continuiamo a raccogliere ogni giorno.

Ora vi lascio alla meditazione guidata, vi consiglio ascoltarla con apertura e non escludere ne accettare a priori quello che vedrete e sentirete. Siate aperti ed avrete il massimo guardano dalla giornata di oggi. Le difese le riattiviamo domani, i muri li alziamo domani, i cancelli li chiudiamo domani, oggi no, oggi siamo qui, tra amici al parco. Non può succedere nulla di male. Se fate domande siate aperti alle risposte, non considerate dato per scontato che esiste il passato, voi siete qui nel presente e nel presente potete pensare a quello che volete, anche al passato, ma è il presente l’unico momento che esiste, il momento in cui nascete, adesso. Non date per scontato di essere separati gli uni dagli altri, potrebbe essere, ed infatti così è per Marco che vive ora il risveglio, che non c’è alcuna separazione, che non siamo qui nella materia e che stiamo sognando. La voce che ascolterete non viene da fuori ma da dentro di voi. Signore e signori, amici e amiche, fratelli e sorelle, il mio maestro: Marco Canestrari.