martedì 29 novembre 2016

La Religione è un Pericolo per chi si Vuole Legare alle Credenze - Marco Canestrari

DI MARCO CANESTRARI


Religione è una parola che mi ha sempre fatto storcere la bocca, prendere le distanze e non c’è altra causa della distanza se non la paura. 

L’uomo ha paura della religione, quella vera, della spinta naturalmente spirituale, del suo centro profondo, e finisce per legarsi a concetti, credenze e idee che innalza a divinità.

La religione diventa così un percolo dal punto di vita della mente, un qualcosa di superiore, un qualcosa che non si può comprendere e dietro al quale ci si può nascondere. 
Ma chi è minacciato dalla religiosità? Il nostro sé può esserne minacciato? La manifestazione di Dio può correre pericoli al cospetto di se stessa? 
La religione è un pericolo solo per coloro che non si sono visti esseri di spirito, ovvero tutti coloro che sono identificati con un concetto e che credono nella separazione. 
In questo video Marco pone l’attenzione su come l’uomo abbia frainteso la religiosità, di come religioni diverse, chiese, sette o preghiere verso qualcosa di esterno dal sé non abbiano nulla a che fare con questa luce spirituale di cui siamo fatti, con questa natura religiosa che è dentro ogni cosa e che ogni cosa contiene.

Buona visione


TESTO DI GIANPAOLO MARCUCCI
MONTAGGIO E RIPRESE DI FAUNO LAMI


PROSSIMI APPUNTAMENTI: