martedì 24 gennaio 2017

La Mente Non Può Capire Ciò Che Sei

DI MARCO CANESTRARI


Immaginate di esprimere un fenomeno come la nascita di un bambino…con uno stuzzicadenti. Ecco, il processo è simile a quello che la mente compie nel tentare di comprendere la realtà.

La mente incasella, seleziona, interpreta, vuole uno schema, una formula, un metodo e la realtà le sfugge sempre. Come possiamo allora approcciarci alla vita, a quello che veramente siamo, se ci sembra che l’unico strumento di cui siamo in possesso è proprio la mente. Non infatti la mente che legge queste parole e ne comprende il significato?

Non avremo mai un positivo, un “si fa così” dalla realtà, ma di certo possiamo vedere quello che stiamo facendo ora, tutta l’attività che stiamo portando avanti seguendo ciecamente la nostra mente. Vedere con chiarezza porta ad un cambiamento radicale, non c’è una decisione di cambiare, non c’è una scelta. Quando vi svegliate da un sogno in cui stavate volando e vi trovate nel vostro letto, non scegliete di smettere di volare, semplicemente vedete che tutto il volo e il personaggio che volava era solo un sogno.

Il risveglio non è un alternativa al sogno…è l’unica realtà.


PROSSIMI INCONTRI