martedì 17 gennaio 2017

Perdonare l'Assassino - Domanda a Marco Canestrari

DI MARCO CANESTRARI


Non c’è rischio di perdere umanità nel vedere l’amore nella guerra e nell’omicidio?

E’ una domanda lecita, una domanda sentita. Siamo tutti coinvolti in questo gioco di accusa nei confronti di ciò che crediamo essere il male. Ma se davvero dobbiamo riflettere sulla nostra umanità, chi è più umano di chi perdona l’assassino?

Marco in questo video risponde ad una domanda che racchiude il significato di tutte le guerre, il fraintendimento di tutto il male nel mondo. Un messaggio forte e rivoluzionario, ma anche in fondo semplice, libero. Per far finire tutte le guerre fai finire la tua guerra verso il male, perdonalo. Finiscono le guerre se noi perdoniamo tutti. Non esiste alcun danno non siamo nel corpo, niente muore quando viene ucciso il corpo, il movimento del corpo, qualsiasi cosa faccia non può nuocere la realtà, il creato. E’ un suo effetto, un suo prodotto. Perché non perdoniamo interamente? Perché non perdoniamo ogni aspetto? Vorremmo forse un po’ di punizione nel nostro mondo, un po’ di odio? E per chi lo stiamo volendo questo odio?

Ogni cosa che vedi nel tuo mondo si rivolge a te, se vedi il male lo vedi in te, se vedi il perdono lo vedi per te. Osserva il mondo che stai creando.


MONTAGGIO E RIPRESE DI FAUNO LAMI
TESTO INTRO DI GIANPAOLO MARCUCCI


PROSSIMI INCONTRI

28/29 Gennaio: La Gioia dell’Essere con Marco Canestrari e Sennar Karu

26/27 Febbraio: Prima volta a Treviso Marco Canestrari con Alessandro Baccaglini