mercoledì 6 dicembre 2017

ANTONE EGO’: IL RE DEGLI INSODDISFATTI

DI MARCO CANESTRARI

ratatouille8


Ecco come passano il tempo certe persone, insoddisfatte e incattivite dentro, sfogandosi alla ricerca dei difetti dell’altro. Si chiamano “Debunkers”, e vorrebbero farsi protettori della verità e smascherare le ciarlatanerie degli altri. A volte fanno un buon lavoro, a volte incarnano il loro ruolo troppo seriamente scadendo nell’ossessione e nella chiusura, promuovendo un mondo fatto di sospetto e innalzando la mente razionale sopra l’affetto, l’amicizia, la comunicazione intima e il sentire di cuore.

Ecco una chat appena avuta fra me e TIZIO, che vi incollo in maniera integrale, fatevi voi un idea. Ci sono cose personali mie perchè era una chat privata, ma le pubblico a voi con trasparenza e fiducia. Con affetto smodato verso tutti e soprattutto verso l'anonimo TIZIO che avrà il suo momento di gloria e attenzioni.

Assaggia anche tu un po’ di Ratatouille di mamma, e torna bambino. Rasserenati e abbandona il fardello di critico e salvatore che porti da troppo tempo, il mondo è bello, non brutto!

---

INIZIO CHAT:

TIZIO: Io invece sarei curioso di sapere cosa giri nella testa di qualcuno che, dalla sera alla mattina, decide di fare il messia dei poveracci e cominci a raccogliere discepoli, criticando il concetto di "guru" (senza averne uno e senza avere ne' sadhana, ne' parampara e ne' sampradaya) ma poi comportandosi a tutti gli effetti come tale, e prendendo per il culo tutti i presunti risvegliati, ma atteggiandosi esatta alla stessa maniera. Se non sono le droghe cosa è? Mitomania? Personalità dissociata? Un esperimento sociale del web durato troppo a lungo? Ti prego, o detentore di verità a tal punto da tenere satsangh (con ritorno economico?), spiegami come hai fatto a diventare messia. Ma almeno ce stai a rimedià qualche scopata o è solo un culto della persona quello che sembrrerebbe tu stia creando?

MARCO: Dimmi

TIZIO: Sono davvero interessato a voi fenomeni da baraccone. Mi affascina la vostra psiche contorta. Ho detto. Ho fatto domande. Tocca a te rispondere.

MARCO: (non rispondo sempre io, anzi quasi mai qua, te lo dico perchè poi si possono incasinare le comunicazioni) (quando poi managi scriveranno altri e magari dimenticheranno di firmarsi) Fammi una domanda alla volta, la comunicazione sarà più chiara.

TIZIO: Che droghe usi?

MARCO: altrimenti dovrei rispondere una cosa troppo lunga e piena di fraintesi

TIZIO: Ho domandato: che droghe usi?

MARCO: Droghe? Non uso droghe, nemmeno fumo. Bevo ogni tanto ma non è che mi ubriaco, poi sto male ormai sono vecchio, l'ultima volta mi sono ubriacato in diretta. Nemmeno sigarette. Perchè vuoi sapere se uso droghe? Ho provato un pò di cose in passato di droghe, nell'adolescenza ho gfattoun po di tutto.

TIZIO: E quando le hai usate, sei sicuro di non aver avuto danni?

MARCO: ahahaha non più dei danni che fa un rapporto di coppia malsano o il tabacco o la televisione o il fissarsi con una ideologia trascurando se stessi. Ma no mi sonof atto 2 canne in vita mia e nemmeno mi piaceva tossivo e mi addormentavo e basta. Ti interessa trovbare brutture in me? A me interessa trovare cose belle inte, e le vedo. Ho provato cocaina una volta nel 90 una sniffata, nulla di bello, è una cosa che non mi piace proprio.

TIZIO: Ok.. Quindi i tuoi disturbi della personalità non sono da imputare alle droghe. Ti hanno diagnosticato qualche malattia mentale, sei stato soggetto a TSO, prendi psicofarmaci per stabilizzarti?

MARCO: ma sei serio? vuoi impostare una conversazione così, dove presupponi disturbi nell'altro? Io lo vedo che c'è del bene in te. Quello che fai è a fin di bene, anche se procede per vie traverse, e acerbe.

TIZIO: Ok, quindi non sono le droghe ma è un disturbo della personalità. Capisco. Hai provato a farti vedere da qualcuno? Ma soprattutto le tue vittime sanno di seguire la guida di una persona malata? Lo hai detto a loro?

MARCO: Stai presupponendo che tu sei sano e l'interocutore malato mentale? vuoi procedere in questa maniera? che fa vittime ecc... non sono domande sono affermazioni. Se vogliamo comunicare e intteragire bisogna saper partire senza affermazioni, specie così forti verso l'altro. Tipo : io ho ragione tu torto, iniziamo da qui. Nessuna comunicazione inizia così, non è una comunicazione. Sarebbe lo svolgimento a partire da quei presupposti. io non sto dicendo che sei malato mentale altrimenti non scriverei perdendo tempo in chat con te. Tu seu aperto a rivedere completamente ogni tua iodea, conclusione e affermazione? io si. cmunichiamo così, senza partirto preso, idee fisse o posizioni mentali a priori, specie che esludano l'altro: tu sei matto io no. Lasciamoci aperta la possibilità di una vera comunicazione, che dici?

TIZIO: Chiaro. Ultima domanda allora... Problemi mentali a parte, hai deciso di fare il messia perché non trovavi lavoro?

MARCO: Ho il posto fisso statale da 20 anni, mi sto licenziando ora, sto in aspettativa da un anno e a febbraio marzo mi pare mi lscade e mi licenzio. Senza avere proprietà appoggi o parenti o beni ecc.. Il lavoro ce l'ho e lo sto lasciando è l'opposto. Ma stai cercando brutture in me? lo trovi sano? pensi ti faccia bene questo atteggiamento ? che intendi col fare il messia?

TIZIO: Ah quindi ti sei rotto di lavorare come tutti ed hai pensato che fare il messia potesse sostenerti. Chiaro.

MARCO: tu lo sai che sei molto incattivito, frustrato e rabbioso? oppure credi sia il mondo esterno? i falsi messia ecc che ti fanno arrabbiare?

TIZIO: Fare il messia = diventare dispensatore di verità, comportandosi da maestro e atteggiandosi da illuminato. No. Solo ironico.

MARCO: no c'è contrazione in te per sostenere questa parte, cmq non devi vedere tutto subito, adesso ti derve, serve… dispensatore di verità, magari ce ne fossero, ne sarei felice.Il comportamento da maestro non so quale sia esattamente, illuminato non so cosa sia, non so se rientro nello schema che vuoi tu. Io non so quasi niente, di cose spirituali dei testi, ho letto solo per errore qualche volta haha ma poi ho smesso ahah

TIZIO: Aaah, quindi é quella cosa tipo "un vero maestro illuminato non dice di esserlo", e poi dopo dici alla gente che ti segue "io non sono illuminato", così che facendo 2+2 arrivino a vederti come tale. E più tu dici a loro di non farlo (pur comportandoti come tale) e più loro lo pensano. Un classico. Questo modello l'ho chiamato "La manovra Piergiorgio Caselli". Lol. Si, su questo sono pienamente d'accordo con te. Si vede che non hai alcuna preparazione in materia.

MARCO: no no io non so come deve essere un vero illuminato, per me puo benissimo dire di esserlo. Ma perchè cerchi brutture? se ci fossero cosa te ne verrebbe

TIZIO: Cosa c'è di male nelle brutture? Più che altro perché tu ne fuggi?

MARCO: ?? le brutture sono quelle cose che soggettivamente sono viste come brutture, da cui si fugge, tu cerchi evidentemmente di volerle trovare nell'altro per non guardarti. Non hai finora avuto altro modus operandi di questo, solo cercare il male fuori senza mettersi in gioco. E’ uno dei primi processi mentali, poi si supera. In assoluto non c'è nulla di ale nelle brutture, ma se uno le cerca ossessivamente fuori evidentemente ha qualcosa da fuggire dentro, guardati dentro, non sei malaccio, a parte i capelli si intende.

TIZIO: Ma le hai prese le tue medicine oggi?

MARCO: vuoi impiegare il tuo tempo così a dire ste cose? Potrei dire òle stesse identiche cose di te, la comunicazione sarebbe azzerata. Lasciati uno spiraglio di comunicazione e apertura di cuore, altrimenti che impieghi a fare il tempo a scirvere

TIZIO: Dille. La cosa non mi farebbe ne' caldo ne' freddo. Se vuoi ti dico anche che medicine prendo.

MARCO: Non ci sarebbe spazio per comunicare se facessi quaello chge tu fai con me (e in generale con molti altri che non rientrano nel tuo schema) sarebbe guerra, attacco e contro attacco. non apertura al nuovo

TIZIO: Essendo intollerante al lattosio, a volte prendo gli enzimi della lattasi. Mezz'ora prima dei pasti se so che ci saranno latticini a tavola. In caso di influenza, o paracetamolo o acido acetilsalicilico

MARCO: va bene bravo

TIZIO: Se ho la diarrea, e capita se non prendo la lattasi e mangio latticini, allora ricorro all'imodium

MARCO: si parlava di altro, non di intolleranze alimentari

TIZIO: Che pur essendo a base oppiacea, comunque non mi da effetti psicotropi.

MARCO: Sei un cazzarone congenito (nella migliore delle ipotesi) e lo usi molto come copertura, dai esponi le tue difficoltà invece di fuggirle con questi mezzucci

TIZIO: No, si parlava del fatto che io non ho problemi a parlare delle medicine che prendo per i miei disturbi di culo, ma tu ti vergogni a parlare dei tuoi di disturbi.

MARCO: disturbi? Non so la tua definizione di disturbo e perchè vuoi così tanto cercarlo

TIZIO: Ah scusa, hai ragione, avevamo detto basta parlare della tua personalità dissocista. Colpa mia. Fa finta di nulla.

MARCO: va bene se vuoi presupporre le cose fai pure, ma che mi scrivi a fare, che vita è se già sai come va a finire. Se parti da li si sa come finisce, lasciati aperto il dubbio almeno che l'altro sia sano, non disturbato, ma se ti infastidisce ti dico che sono disturbato. Mi pare che non accetti nessun altro modo di interagire e cosi stai nella tua confort zone. Va bene la gente è disturbata ahsaha è l'inferno il paradiso è perso.

TIZIO: Invece cambiando argomento... Così evitiamo problemi. Dai dai cambiamo i toni. Che così gioco in casa e non è bello. Provo a fare il serio... Immagino che tu non abbia né sadhana né parampara, né sampradaya. Giusto?

MARCO: avevo un pitbull, vale ?

TIZIO: Deduco che sia un no.

MARCO: non so cosa siano quei nomi, fors eli ho letti anni fa non ricordo, dovrei cercarew su google, non o molto interesse per i noimi, ma ci si può giocare se ci va, non sono restio.

TIZIO: Ok. Tradotto... Non hai iniziaziine ad alcuna tradizione, non sei collegato ad alcuna catena di maestri e non hai una pratica operativa. Giusto?

MARCO: no no no, assolutamente no, è come se mi parli di calcio per me, io non mi occupo di quelle cose, lo dico ogni minuto a ogni incontro, io pitturo i cancelli.

TIZIO: Ok. E allora, domanda personale. Se non esiste differenza fra te ed un pashu (uomo animale), per quale ragione e a che titolo fai dei Satsangh?

MARCO: satsang non so cosa vuoi dire, ho delle persone che scrivono i titoli dei video che li montano, ecc io vorrei toglierla quella parola

TIZIO: Ok. Toglila.

MARCO: se lo fai tu per me sarebbe bello, ho un blog del 90, non ho materialmente tempo di gestyire tutto, ho video che devo cancellare del 80 veramente, non ho tempo per cancellarli, migliaia di video e dirette, piu di 2 milioni di minuti di visualizzazioni.

TIZIO: Se mi paghi si. Ho una azienda che si occupa di social media communication, regolare pagamento con fattura.

MARCO: ma no era un favore che fareio a te perche me lo hai chiesto, a me non interessa che la gente mi fraintenda. Va bene che mi si fraintende. Poi l'interazione reale c'è dal vivo

TIZIO: Ah quindi non ti interessa ingannare le persone. Fantastico.

MARCO: ingannare? ahahah sempre il negativo

TIZIO: Lol

MARCO: il canale in rete è superficiale, non passa nula di profondo. A me non interessa enon frega nulla dei contenuti in rete (anche se non dico che siano sbagliati)

TIZIO: Se io scrivo sulla bottega del mio negozio "si vendono scarpe", ma poi la gente quando entra si trova solo pane e pizza, beh si chiama "pubblicità ingannevole".

MARCO: lo dico a ogni diretta: non me ne frega un cazzo dei contenuti ne di farla ne degli argomenti che mi chiedono

TIZIO: Se poi c'è dietro una transizione economica, siamo nella truffa. io non vendo cose che non dico

MARCO: IL BLOG DI MARCO CANESTRARI

Tutti i nostri servizi, inclusi gli incontri privati, gli incontri pubblici, i corsi e i seminari sono offerti per scopo di ricerca interiore e non considerano, non trattano e non si pongono come obiettivo la risoluzione di patologie e sintomi che sono di stretta pertinenza medico/sanitaria né per fornire guarigione o trattamento di qualsiasi condizione fisica o psicologica del cliente.

La prestazione erogata non è di natura sanitaria e/o terapeutica e non sostituisce in alcun modo i suggerimenti, le diagnosi e i trattamenti della medicina ufficiale o della psicoterapia. Invitiamo fortemente tutti coloro che ricercano assistenza medica o psicologica a consultare i professionisti del settore.

Non offriamo aiuti tramite talismani, amuleti, pozioni, rituali, né proposte soluzioni o prescrizioni su malocchi o fatture e nemmeno riguardo il risveglio e l'illuminazione.

TIZIO: Chiami (o fai chiamare per te, senza intervenire) i tuoi eventi con un nome falso. E quando te l'ho fatto notare hai detto che non ti interessa nulla se la gente fraintende.

MARCO: usate i nomi che volete, per me va bene. Il fatto rimane, non vendo nomi, non vendo nulla

TIZIO: No, l'evento è tuo. Sei tu che lo fai chiamare così. Ergo, sei un ingannatore. Ahahah Stacce

MARCO: Va bene. Come vuoi tu. Io uso la parola "incontri"

TIZIO: Sono autorizzato a pubblicare gli screen di questa nostra chat?

MARCO: per niente è una conversazione fatta con fiducia, ti ho detto che ho fatot uso di cocaina, che fai usi la fiducia per la tua ossesisone di trovare cose brutte fuori?

TIZIO: Io non ho nulla da nascondere, A quanto pare tu si ahaha. Evidentemente chi fugge dal guardarsi dentro non sono io. lo dico a tutti quello che faccio, e questa considerala una lezione di vita che ti faccio gratis

MARCO: ma pubblicare cose illegali no, mica parlo con mia nonna come parlo con la mia ragazza a letto, non è ingannare.

TIZIO: Beh, se dici tutto quello che fai, di che ti preoccupi, dove sarebbe il problema a pubblicare questa conversazione?

MARCO: ti pare che non ero consapevole dall'inizio che tu avevi quella voglia di pubblicarla?

TIZIO: No, se io e te siamo d'accordo nel farlo, e con il reciproco consenso la pubblichiamo, non è illegale.

MARCO: lo dico a persone di presenza con cui c'è anche fidcia e amicizia non butto cose illegali in pasto alla massa.

TIZIO: Illegale è farlo senza permesso, ed io ho chiesto prima.

MARCO: E io ti ho detto no. No, guarda la proposta che ti volevo fare per cui ti ho contattato er a di gfare ste cose pubblicamente ma a una condizione: che siano in diretta. Senza montaggi o distorsioni, anche mettendomi nella bocca del leone, non ho paura

TIZIO: Una live?

MARCO: si senza inganni dietro da parte dio nesusno, porterebbe visibilità a aquello che fai e un pubblico interessato. Anche s emi attacchi come fai va bene, non c'è pericolo, si vede bene chi sei e cosa fai e cosa ti credi di fare, ecc.. ma la proposta era prima che ti comportavi come ti sei comportato finora, non è valida ora. Per informazione. Anche a un ritiro per me è ok, di presenza magari! Ahahaa li crolla tutto, ma anche live su fb o hangout ecc da decidere i dettagli e tutto naturalmente. Ho chattato coi commenti nell'arena, con la clack ,si vedrebbe subito il tuo atrteggiamento chiuso dal vivo.

TIZIO: Ma io non ho intenzione di accostare il mio nome al tuo. Manco se mi paghi. O.o

MARCO: l'invito non è attivo. era cmq anche che tu mi attaccavi non accostarlo. Ma chje trovavi le brutture, quello che ti piace fare insomma, cmq acqua passata.

TIZIO: Ora spiegami... se mi hai contattato é perché in teoria dovresti sapere chi sono. Ma se sai chi sono, perché non ti è venuto in mente subito il fatto che non ti avrei mai preso seriamente?

MARCO: seriamente in che senso?

TIZIO: Se sai chi sono e cosa dico, allora sai che tutto quello che tu dici e fai per me è ridicolo.

MARCO: ah. Ti rispondo

TIZIO: Se un bambino di 6 anni chiedesse a Mike Tyson di fare un incontro di boxe, cosa pensi che risponderebbe Tyson?

MARCO: tu sei tyson e io il bambino? Ahahaha

TIZIO: Al massimo possono giocare. Ma Tyson non potrebbe mai dare un pugno sul serio a quel bambino.

MARCO: bè la tua visione è divertente, mi fa tenerezza, cmq se vuoi ti rispondo

TIZIO: Pensa a me quanta tenerezza mi fanno i bambini. Eh dai... Rispondi. So curioso

MARCO: onestamente pensavo che la dietro la tua ossesisone di fare il "salvatore degli altri dai guru brutti e cattivi", ci fosse una sete di verità un pò più forte che permettesse di esporre di più il tuo cuore. Non ti offendere. E che quindi di fronte ad una apertura ti aprissi anche tu, ma sei piu lento di quello che pensavo. Pensavo questo

TIZIO: Scusa eh... Ma questa mia "sete di verità" in quale ridicolo modo verrebbe soddisfatta dopo aver perso tempo in un incontro con te? Lol

MARCO: ? per sete di verità stavo intendendo la tua sete di verità se è vero o no che fuori nei guru ( o nel tuo mondo in generale) c'è il male la bruttura la cattiveria l'ingiustizia l'isanità mentale l'inganno la truffa ecc...

TIZIO: Guarda che io ho un guru... Ed è in india.

MARCO: non dico chje questa nascerebbe da un incontro con me. Si dei "falsi guru" sbagliati non certificati secondo la tua idea ecc

TIZIO: Sono anche iniziato alle ritualità egizie di Raimondo di Sangro, ed ho quindi delle guide pure qui in italia.

MARCO: si si bravo. Parlo di quelli brutti e cattivi di guru: ingiustizia truffa inganno manipolazione ecc

TIZI: Quelli non sono guru. Quelli sono le persone come te, che si attegiano come tali pur non avendo le giuste qualità iniziatiche.

MARCO: ah mi manca qualcosa, azz! ahahah

TIZIO: In pratica i truffatori (e abbiamo assodato che tu, per tua stessa ammissione, lo sei)

MARCO: io sono truffatore?

TIZIO: Lo hai detto tu.

MARCO: era per ridere ovviamente

TIZIO: Rileggi le tue parole

MARCO: non c'è bisogno di rileggere era ovviamente ironico

TIZIO: No, era perché dai fiato alla bocca senza riflettere. Altro che prsenza...

MARCO: ok

TIZIO: Si, così ironico che non vuoi divulgare pubblicamente questa chat ahahah

MARCO: facciamo un live se ti interessa accordandoci con le condizioni, tempi e luoighi permettento, se hai tutto questo interesse, che sia aperto a tutti, così poi la gente si fa l'idea giusta. Non fra me e te che mi fai l'interviasta da giornalista in cerca di brutture. Cmq non credo sia piu interessante sta cosa ormai, sei fossilizzato in uno schema. Ti ci vorranno anni per esporti

TIZIO: Tu sei sicuro sicuro di non avere problemi eh? Comunque si va bene la live ad una condizione

MARCO: fossilizzato, gli altri sono brutti, guardiamo gli altri. è il tuo slogan

TIZIO: Prima mi dai l'autorizzazione a pubblicare questa chat.

MARCO: ma no se vuoi un intervista ci si accorda prima e si fa, conoscendoti ci devonoe ssere delle condizioni, su come si faccia ecc e naturalmente il canale sanche se poi passa sul tuo deve andare in diretta, non cose estirpate di nascosto, dove tu ti nascondi, perche io ti esporrò amorevolmente, non come fai tu. Per farti vedere che sei bello, non brutto.

TIZIO: Ma io non voglio intervistarti

MARCO: appunto dai, amici come prima, oppure nemici come piace dire a te

TIZIO: Non ho intenzione di dare spazio ad un inetto senza iniziazioni che fa il guru.

MARCO: io poi ho veramnete tempo zero.

TIZIO: Se tu che sei venuto a cercare me.

MARCO: va bene

TIZIO: Ti prego, fammi pubblicare questa chat

MARCO ahaha no, mi devi prima spicciare casa. Ed è ironico ovviamente

TIZIO: Capisci che è ridicolo contattare la gente di tua iniziativa e poi pretendere che ti intervistino? Ma sei scemo o cosa?

MARCO: e ti pare che pretendo che tu mi intervisti? non ho tempo manco per cagare. Rispondo a te che mi dici di pubblicare la chat cercando di venirti incontro. Che mi frega a me, non ho proprio tempo

TIZIO: E mica la devi pubblicare tu

MARCO: ma così non puo essere pubblicata

TIZIO: Basta che qui scrivi "si ti autorizzo" e basta

MARCO: andrebbero tolte le cose illegali ecc

TIZIO: Non c'è tempo da perdere. Mica è illegale dire che hai usato droghe. Io pure le ho usate e allora?

MARCO: stai cercando di spuntare e forzare le cose a tuo piacimento. Rilassati dai, non mvoglio subire denunce ho da fare

TIZIO: Denuncie di che? Dire di aver usato droghe non è illegale.

MARCO: per la cocaina, che tra l'altro nemmeno mi ricordo bene se l'ho provata c'erano degli amici saotto casa mille anni fa. Se vuoi faccio sistemare la chat e poi te la faccio pubblicare, te la passo io. non tolgo nulla delle cose di contenuto anzi, a me fa piacere come ne esci ahaha

TIZIO: E tre... Non è illegale DIRE che lo hai fatto. Non è illegale neanche il consumo in se. Non è illegale manco se te la trovano addosso entro 1g (dose oersonale).

MARCO: amore mio ti pare che mi devi dire tu cosa è illegale e cosa no, dai sintetizziam

TIZIO: Eh a quanto pare manco sai quali sono le leggi nel tuo paese

MARCO: se vuoi te la faccio sistemare, altrimenti altre modalità che non so se vuoi e che non ho tempo. Ma non in questo mese sicuro. Mi devi lavorare al blog ahahaha in cambio (è ironico)

TIZIO: Ah quindi prima mi dici che non vuoi che io faccia modifiche o tagli di video... E poi mi chiedi di poter fare tu modifiche e tagli alla chat? Due pesi e due misure? Lo vedi che hai dei chiari disturbi?

MARCO: io non vogio pubblicare sta chat, sto cercando di venirti incontro. sei piu intelligente di cosi dai, dai rinsavisci!

TIZIO: Idea. La pubblico in anonimato.

MARCO: sei ossessivo e la gente alla fine vuoi che facciao cio che dici

TIZIO: A posto.

MARCO: No.

TIZIO: Ah si che posso in anonimato, Attaccati al cazzo ahahah Bella vado. Ciao.

MARCO: Io non voglio, si puo risalire, fai il serio dai, siamo in amicizia non fare ste cose non serve, si puo fare di meglio, uno si apre a te pure in quesi modi che hai e te pubblichi cose che ti dice in confidenza? a parte la legge dico. Io non ti ho esposto per nulla per farti stare a tuo agio, con premura.

TIZIO: La legge mi autorizza a farlo. Basta che lo screen non mostri te. Se poi altri SUPPONGONO di loro iniziativa che si tratti della tua persona, é una loro idea non comprovata da alcuna mia azione.

MARCO: ci sono i post precedenti ecc si risale matematicamente

TIZIO: Hai fatto male. La prossima volta prima di dire che truffi la gente e te ne freghi, pensaci due volte.

MARCO: aahahha ma io non truffo, era per dire : si allora truffo, hai ragione te ahaahha in chat poi…

TIZIO: A posto così. Ciao.

MARCO: Baci. Va bene allora mi costringi a perdere tempo e pubblicarla anche io su miei canali che palle ho mille cose da fare

TIZIO: Si, ma devi farlo in anonimato e oscurando nome ed avatar. Altrimenti è illegale, dato che io (per dispetto) non ti do alcuna autorizzazione. Ahahah Buon lavoro di editing!

MARCO: lo incollo solo testo con word, sei un cazzone però che palle ho infinito da fare mo sta cazzata per le smanie tue. Cosi vedono tutti quello che fa uno che cerca macagne e brutture e si fanno un idea chiara

TIZIO: Si, basta che ci sia anonimato e non una violazione delle privacy, dato che non ti ho autorizzato. Sappi che il mio avvocato è più cattivo di me.

MARCO: ma dai ancora a parlare di legge, in anonimo certo stai sereno, io non sono cattivo. Sto scrivendo "tizio" e "marco", solo testo. Io mi espongo, e faccio vedere come fanno certe persone ahaha ma preferivo non perdere sto tempo cmq integrale mi raccomando, non sto cam,biando una virgola. Tutto copia incolla

TIZIO: Bene. Buon editing. È un piacere sentire che ti sto facendo perdere tempo.

MARCO: trai piacere dall'immaginare che laltro soffra... ti passerà. Io tifo per il bene

TIZIO: Io tifo per il porno. Ma solo in pov, preferibilmente con lesbian (2,3, 4 ecc) e cumshot finale. In alternativa i ideo di ragazze o milf in solo con dildo (anche anal e brutal)


CONCLUSIONI


Spero di aver portato un po’ di aiuto a tutti quelli che la pensavano già nello stesso mio modo, avendo visto questi tizi in rete, ma che non avevano le competenze o conoscenze per poter controbattere a livello mediatico. Dopo aver regalato ampio spazio sulla mia BACHECA FACEBOOK e anche addirittura risposto per un giorno e mezzo a dei disturbatori molto poco gentili e poco costruttivi (i troll di cui QUI POTETE LEGGERE TUTTO), torniamo alle pubblicazioni di sempre.

Insomma sintetizzando, per chi non ha energia di leggere 247 commenti, tutto si riduce ad una cosa…

Questi tizi, ben conosciuti online e che portano avanti da un po’ questa attività, HANNO UN FASTIDIO (Non parlo di tutto il gruppo fortunatamente) che é vecchio come il mondo:

Hanno fastidio se qualcuno CHE E’ ASCOLTATO non si comporta secondo i loro canoni, che in questo caso, aggiungo io, solo casualmente, hanno una coloritura che tende al "tradizionale". A partire da questo fastidio di base imbastiscono tutta l'impalcatura di diffusione in rete che si struttura come la più classica delle sette, cercando intorno di screditare con difetti e scoop CHI POTREBBE METTERE IN DISCUSSIONE CHE IL LORO FASTIDIO NON E’ NE RAZIONALE NE GIUSTO MA E’ DEL TUTTO EMOTIVO E NON SCELTO DA LORO e che tutta questa attività di ricerca, (cercare di vedere se il malcapitato da accusare una volta si è dimenticato di lavarsi i denti ecc.. o se stupra le persone, o se è un licantropo) é una caccia alle streghe SUCCESSIVA al fastidio iniziale per cui viene fatta.

Ovvero, il loro fastidio, che ci sia una persona che acquisisce visibilità e credito espandendo idee diverse dalle loro, C’E’ ANCHE SE LA PERSONA IN QUESTIONE non fa nulla di male, lo sopportano ma dentro vanno letteralmente ai pazzi e cercano prove per giustificare la giustezza del loro atteggiamento di fastidio. Poi, naturalmente nel vespaio continuo in cui vivono, qualcosa viene sempre trovato, specie se si rubacchia online estrapolando presunti scoop fra milioni di registrazioni o testi.

I METODI con cui lo fanno, con varie tecniche di comunicazione e strategie di rete, sono molto spinti e NON PERMETTONO UNA VERA RELAZIONE A CUORE APERTO GUARDANDO IN FACCIA L'INTERLOCUTORE. Il tutto funziona solo rifiutando costantemente un confronto limpido e su canali di comunicazione che non permettono la manipolazione, vedi la ex mia proposta di fare interviste in diretta che nessuno può ritoccare. E, come abbiamo visto in questa chat, a volte si arriva al vero e proprio sciacallaggio, arrivando a voler TRADIRE LA FIDUCIA DI CHI SI CONFIDA PRIVATAMENTE E CHE VUOLE ADDIRITTURA COLLABORARE CON LUI IN AMICIZIA.

Questo gli provoca STRESS E CONFLITTO INTERIORE, perché in realtà sono buoni e il loro cuore chiede fiducia e pace e non guerra, ma passano una parte della propria vita imbarcati in una sorta di crociata fatto di sfiducia verso il prossimo, furbizia, cattiveria e avvocati.

Dopo un po' ad una persona che entra in questo loop, (complice non da poco, anche la soddisfazione della visibilità della propria immagine e ideologia di partenza), lo spazio per rimettersi in discussione e trovare il bello fuori, anche quando non fa parte della loro "confort zone" ideologica, che é in ultimo, lo scopo di ogni vero progresso ed evoluzione interiore, diventa piccolissimo o viene del tutto annullato... e chi é "out" diventa: malato mentale, drogato, truffatore, psicosettario o anche solo ridicolo o confuso. Chi é "in" può essere lasciato in pace o viene reclutato per la causa.

É evidente che molti di loro non hanno ancora sentito e sperimentato l'estensione, l'ampiezza di una reale accoglienza spirituale, ma hanno avuto dei piccoli, meravigliosi, momenti di "apertura", che poi hanno, come normalmente si fa, ri-infagottato in una gabbia mentale fatta di bene e male. Alcuni non ne sospettano nemmeno ancora l'esistenza, ma c'è tempo...

Ad ognuno i suoi tempi, questa è solo una fase, tutti prima o poi inizieranno a trattarsi meglio occupandosi di più di come stanno e di cosa sentono e non degli specchietti per le allodole che vedono nel mondo esterno.

Per quanto riguarda le cose che interessavano solo al tizio, che mi conosce poco, oltre alle offese e comportamenti vari da gang, non ravvedo proprio nessuna obiezione sostanziale a cui poter rispondere, voi mi conoscete bene e non baso ciò che faccio sulla tradizione, o su certificati vari, anzi chi mi segue e viene ai miei ritiri lo fa per il motivo opposto, perché sto promuovendo una libertà da certi schemi mentali obsoleti… Vedi le continue dirette “AFFANCULO TUTTI I RISVEGLIATI”. Se online nelle due milioni e trecentomila ore di visualizzazioni dei video che ho messo su youtube, ci sono tracce di nomi o riferimenti a religioni o altro, la mia tendenza è sempre quella di toglierle, distribuendo i lavori come posso, perché essere accostato ad una tradizione, danneggia la mia immagine.

Vi amo sbrodolatamente e senza tradizione,
Marco.