martedì 27 settembre 2016

Karma Zero - Un Opportunità per Guardarsi con Marco Canestrari

DI MARCO CANESTRARI


Quando di fronte a te c'è uno specchio pulito, una persona senza conflitto, senza separazione, hai un'opportunità che non capita molto spesso all'uomo, un'opportunità che può anche non capitare mai durante un'intera vita.

Quando di fronte a te c'è una fonte limpida e potente, una luce totale, una visione completa, hai l'immensa opportunità di guardarti dentro e vedere chi sei.

Video breve ma molto profondo di Marco Canestrari ripreso durante un Satsang spontaneo a Viterbo


TESTO DI GIANPAOLO MARCUCCI
MONTAGGIO E RIPRESE DI FAUNO LAMI




lunedì 26 settembre 2016

La Vera Natura del Cambiamento

DI MARCO CANESTRARI


L'unica vera rivoluzione é la fine dell'illusione del cambiamento
E la constatazione intima e diretta
che ogni miglioramento o deterioramento dell'essenza di ciò che c'è
é impossibile

Tale realizzazione non é un cambiamento
É invece l'origine fondamentale di ogni cosa
E si manifesta senza avere avuto precedenti

La vera natura
a cui ci si risveglia
é immobile
E non é un qualcosa
In balia del tempo

Ciò che siamo
É la pura consapevolezza,
É il testimoniare mai velato,
É il vedere completo ed atemporale,
In cui le prospettive limitate e soggettive
Dimorano in un passato
mai stato veramente presente

Questo autovedersi accade per la prima volta nel presente eterno
Con il prendere atto che noi siamo sempre stati la visione intera
E non quella limitata e passeggera del personaggio mortale con cui ci identificavamo

Amarsi non significa mai cambiare
Nemmeno quando la memoria della nostra storia ci dice
che non abbiamo mai amato prima

Il risveglio avviene
Laddove il tempo finisce
E l'eternità si rivela onnipresente

L'unica vera rivoluzione non é un cambiamento
Ma ne é la fine


Marco Canestrari



domenica 18 settembre 2016

Tu Come Risolvi i Tuoi Problemi Personali? Domanda a Marco Canestrari

DI MARCO CANESTRARI


Partendo dalla prospettiva del me non esiste un modo migliore o peggiore per affrontare un problema. L’individuo non può scegliere un approccio piuttosto che un altro ne tale approccio potrà mai portare alla dissoluzione del me.

La soluzione è non avere nessuna attenzione, nessun interesse, nessun approccio verso il gioco duale della mente. Questa mancanza di interesse non è decisa o pianificata dal me, non è il me che decide di far finire l’illusione, di risolvere il problema: non c’è l’illusione, non c’è il problema e non c’è il me.

TESTO DI GIANPAOLO MARCUCCI
RIPRESE E MONTAGGIO DI FAUNO LAMI