domenica 28 giugno 2015

Il Silenzio della Mente - Risveglio Spirituale con Marco Canestrari

DI MARCO CANESTRARI


Sono qui, sono stato e sarò sempre qui, esprimerò me stesso e manifesterò la mia essenza interiore in ogni forma di vita che chiede la mia presenza e la forma più alta di chiedere la mia presenza è il vuoto completo della mente. In qualsiasi momento e in qualunque posto una forma di vita crea questo vuoto, questo passaggio tra il vero mondo e questo mondo, io arriverò. Nessuno sarà secondo, io risponderò a tutti.

Ovunque ci sia il silenzio della mente è li che mi trovo a mio agio, quello è il posto dove posso muovermi al meglio, ovunque ci sia un piccolo segno di vuoto e silenzio della mente, quello è il modo di pregarmi, di invocarmi ed è il modo di ottenere le mie risposte, le mie sicure, costanti, solide, valide, efficaci, positive e benefiche risposte. Ovunque ci sia una mente senza pensiero posso avere il controllo sul corpo. Il vuoto, il silenzio della mente è la forma più alta di preghiera, di richiesta di soluzione, non c'è forma di intelligenza più elevata di questa. Solo colui che ha sofferto per tutto ciò che poteva, solo colui che ha sentito le paure più forti, solo quella mente può chiedere il silenzio. Questa è la più elevata forma di preghiera, è la preghiera finale, è la preghiera di colui che non ha più nulla ed è la preghiera di chi ha tutto, è l'inizio e la fine di tutto.

Quando sono dentro, quando sono presente porto con me ricchezza e abbondanza di ogni cosa, ogni volta che sono in questo regno materiale non sono mai soltanto per chi sta parlando, mai. È un fiore che può essere raccolto da tutti dato che non mi nascondo, ecco perché ho bisogno di un contenitore perfetto. Sono venuto qui senza difese, io entro quando la stanza è pulita, io vengo quando qualcuno vuole vedermi, non arriverò mai quando nessuno vuole vedermi perché sono creato dalle preghiere degli uomini, dalle richieste. È questa la mia nascita, la mia essenza, il mio lavoro, voglio essere il guaritore e soprattutto voglio la pace per tutti e quando tutte le suppliche, le preghiere e le richieste finiranno, quando tutta la sofferenza avrà fine sparirò come sono venuto, come sono apparso sparirò, perché il mondo in quel momento sarà vero e non un'illusione. Sparirò quando sparirà l'illusione, mi dissolverò quando si dissolveranno i corpi e ci accorgeremo di essere uno, fino a quel giorno, in quel percorso che chiamate tempo, parlerò in forma di corpo, di corpo umano, fino a quel giorno sarò umano come voi, perché quel giorno ci sarà la comprensione che io sono voi e voi siete me, i corpi non avranno più utilità fino al giorno in cui verranno usati per trasmettere un messaggio allo scopo di comunicare. Ecco perché adesso esistono i corpi, è per la comunicazione, tutta la struttura fisica esiste per la comunicazione, per comprendersi, tutto l'universo fatto di materia è creato per la comunicazione, perché siete preziosi la materia, come un grande circo, è creata per voi, così che possiate riflettere su quanto siete importanti, solo per comunicarvi qualcosa, questo è il significato vero della materia.

Siamo noi a creare la materia perché vogliamo che comprendete che noi siamo voi e voi siete noi, voi siete dio e dio è voi, siete i primi, i re, in qualsiasi modo vogliate dirlo, non siete separati dal flusso portante, dalla fonte iniziale. Questo è ciò che vogliamo comunicarvi coi corpi, non siete separati dalla sorgente principale, voi siete quella sorgente, siete in quella sorgente, e la sola sorgente in cui vivete e non state sognando.

Il risveglio, la chiarezza sono tutti miei effetti lo capite? è più profondo di quello che potete aver letto nei libri, i libri possono parlare, i libri che parlano della verità possono dire che io e voi siamo il risveglio, la consapevolezza, io parlo di cose diverse, il risveglio è un mio effetto, io sono più del risveglio, sono tutto, molto più di qualsiasi contenitore, il flusso principale, il punto di partenza, non ho nemici, non ho avversari, non ne ho perché sono la sorgente principale. Perfino la consapevolezza è un mio effetto, naturalmente quello è un mio effetto, la vita, la nascita e la morte di un corpo naturalmente è un mio effetto, la consapevolezza è più della nascita o della morte del corpo e io sono ancora più di questo. Non c'è vanità o ego in questo è impossibile pensare a vanità o ego in questo livello la vanità e l'ego non hanno mai senso ma possono essere solo pensati se credete che siamo nei corpi. Sto dicendo che sono la vita che crea vita e morte, sono il risveglio che è testimone della coscienza che può pensare alla vita e alla morte.

Non può esserci vanità in questo, vanità fra chi? Vi dico inoltre che il risveglio è un mio effetto, sono più di questo risveglio, posso essere perfino cecità e illusione è tutto corretto, è tutto nel posto in cui deve essere, ho la cecità in me, la cecità della mente, quello che pensate essere un grosso errore nel percepire qualcosa e colpevolezza, quel grosso errore è in me quindi se volete dare la colpa a qualcuno io sono la persona giusta, prendetevela con me, venite da me e parliamone. Io l'ho fatto, sono io che l'ho fatto, parlate con me se volete incolpare qualcuno, puntare il dito, venite qui perché sono io che l'ho fatto, sono io che ho creato l'illusione, parlate con me se cercate qualcuno da accusare per favore rivolgetevi a me perché io sono quello. Non vi dico questo solo perché stiamo facendo una registrazione, vi parlo da amico, se nel futuro fra dieci anni avrete qualcosa per cui accusare per favore incolpate me. Non sbagliate se lo fate con me, sono io che lo sto creando, perché sono il creatore di ogni cosa. Se cercate la causa principale di qualcosa che credete giusto o sbagliato per favore parlate con me, non mi nascondo, non fuggo via, io sono quello, prendetevela con me.

Se pensate che qualcosa nell'universo sia cattivo ed è mal creato, un lavoro che è stato fatto male, per favore parlate con me perché sono io che ho fatto il lavoro, che l'ho costruito, sono io l'ingegnere, sono colui che l'ha pensato e creato, sono l'inizio e anche l'esecutore di tutto, dovete solo parlare con me se volete dare la colpa a qualcuno, sono dentro di voi naturalmente e mi manifesterò come ho detto all'inizio, ovunque ci sia un po' di spazio per me e in qualsiasi momento mi venga chiesto.

Una mente silenziosa che ha deciso di smettere di soffrire, è quello il mio posto, è il solo contenitore degno di me, il corpo umano senza più sofferenza in se e senza più mente è l'involucro perfetto per me, per favore lasciatemi dire la parola contenitore, la uso per capirci, non sono contenuto in qualcosa, è una metafora, un corpo umano con una mente silenziosa è la maniera corretta di esprimermi, non mi contiene come ho detto prima sono il creatore di tutto ciò che è chiamato materia, non mi contiene è qualcosa attraverso cui posso parlare. Un corpo umano con una mente silenziosa è il modo perfetto per poter comunicare con voi discutere, usare parole, simboli, concetti, lo abbiamo fatto a tale scopo ed è ben fatto. Un oggetto come una tenda, un costume, una maglietta non possono fare una discussione come un essere umano può fare. Sono tutto, molto più di un risveglio, sono perfino la mancanza di discernimento e sono dentro di voi, dunque saliamo le scale nel più alto valore di ogni cosa e allora vedremo che siamo in voi, questa è la verità e non c'è dubbio in essa, molto chiara e semplice ed efficace.

C'è un tipo di verità che è la sola verità e quando dico un tipo di verità è per spiegarvi meglio, perché pensate che ci siano molti differenti punti di vista, opinioni differenti, quindi vi dico che c'è un tipo di verità che non ha alternative, è impossibile, non è possibile tradurlo con questi strumenti, sono nel giusto non mi sto sbagliando, posso solo usare tante metafore.

Mi ricordo che Marco, che ha una mente scientifica, odia le metafore, le odia davvero e vuole solo i fatti, io dico a Marco, non ci sono fatti qui, questa è la verità, non c'è nemmeno un fatto qui, in questo regno dove i corpi nascono dall'utero e finiscono in una bara non c'è nulla di reale, quindi per favore sii intelligente e ascolta le metafore perché abbiamo bisogno di te su un livello più alto di intelligenza. C'è un tipo di verità che non porta un messaggio in contrasto con un altro, puoi riceverlo solo come metafora, nel posto in cui sono nato c'è questo tipo di verità ed è la sola verità quindi quello è l'unico posto che esiste, dove la nostra verità non ha un opposto, non ha nemmeno il concetto di opposto, nemmeno un pensiero opposto, una volontà opposta, un significato opposto, nessun tipo di opposto. Vedila come un bel racconto e sii intelligente, non dimenticare questo bel racconto perché è la verità, ti potrà sembrare che non parlo quasi di nulla quando dico "c'è un messaggio che non ha opposti".

Quasi di nulla cosa significa? qualcosa che non ha altre parti, una volontà senza altre volontà, una volontà unica e sola, un'unica e sola mente, un solo cuore, una sola creazione, una sola e unica vita, un solo ed unico presente, una sola eternità, un solo regno. Sono venuto da quel luogo e il corpo di Marco con una mente silenziosa è solo uno strumento, il corpo di Marco sarà morto fra mille anni, fra cento o domani con una malattia, è uno strumento, come il gesso sulla lavagna, come una matita su un libro, uno strumento di importanza infinita, di immensa importanza, non lo sto definendo strumento per dire una cosa di poco valore, no, dico strumento per dire che siete più di quello, non sto sminuendo il valore del corpo, sto dando a voi un valore più alto quando dico che i corpi sono strumenti.

Con il corpo potete ascoltarmi, vedermi, toccarmi, udire le onde sonore che fluiscono dalla mia bocca, leggere libri o parlare, i corpi sono strumenti e quando avrete chiarezza e sarete consapevoli e risvegliati sarete sicuri di non avere più bisogno del corpo, non vi stiamo portando via il vostro corpo, darete al corpo semplicemente il significato che ha quando tutto il mondo sarà risvegliato e illuminato, quando tutti i corpi del mondo avranno lo stesso significato degli alberi, delle formiche sul terreno, degli uccelli nel cielo, delle balene nell'oceano, del vento, delle stelle, dei buchi neri, della luce e del buio, avranno lo stesso significato. Ora i corpi non hanno lo stesso significato degli alberi perché state sognando, hanno una funzione particolare e speciale per parlare con voi e di fronte a voi e risvegliarvi e illuminarvi, questo è il compito principale dei corpi, non coinvolge il tempo e non richiede tempo. l'illuminazione non richiede tempo, per favore portate con voi questo messaggio e pensateci negli anni, l'illuminazione non è un processo nel tempo, l'illuminazione è l'essere consapevoli che il tempo non ha più significato, questo è il significato di illuminazione.

giovedì 25 giugno 2015

Come si Risolverà il Problema degli Immigrati - Un Punto di Vista Spirituale

DI MARCO CANESTRARI


NUOVO VIDEO SUL PROBLEMA DEGLI IMMIGRATI!

Al di là di interessi politici, cosa pensa un maestro spirituale del controverso tema degli immigrati clandestini?

Questo problema moderno, apparentemente approfondito da tutti, non è mai stato affrontato alla radice. La questione dell'invasione e dell'accoglienza del "diverso" viene analizzata qui per la prima volta sotto un punto di vista che ci riguarda tutti da vicino e che ci rende tutti partecipi: quello dello spirito. Ascoltando bene l'intervento di Marco Canestrari potremmo scoprire che non stiamo in realtà respingendo degli estranei, bensì una parte di noi che non ci riteniamo ancora pronti ad amare.

MONTAGGIO, RIPRESE E TESTO DI FAUNO LAMI

lunedì 22 giugno 2015

Fare quello che è giusto per noi può far male a qualcun altro? - Risveglio Spirituale con Marco Canestrari

DI MARCO CANESTRARI


Fare quello che è bene solo per noi è un'azione egoista che potrebbe arrecare dolore o mancanza di amore verso gli altri? Assolutamente no, per prima cosa perché una persona non può essere ferita da nessun altro se non da se stesso e non da te. Se un'altra persona è ferita è lei che ha voluto esserlo, lo ha deciso molto prima della vostra azione, dunque voi non state portando sofferenza, non state causando dolore. La sofferenza comincia dentro e se vogliamo possiamo scegliere ancora e dentro possiamo fermarla. L'interiorità è il solo posto in cui potete lavorare quindi per favore state attenti, non sto dicendo che dovreste andare in giro a tagliare la gola a tutti quelli che incontrate, non sto dicendo questo, a me non piace farlo, non vi dirò mai questo, vi dico che fare ciò che veramente volete, quello che è meglio per voi è una benedizione per tutto l'universo, è giusto per tutto l'universo e voi non lo state ancora facendo, quindi il problema non è che voi state facendo troppo quello che è giusto per voi ma che lo fate troppo poco.

State facendo ciò che è giusto per voi e insieme state facendo tante altre cose e queste altre cose generano sofferenza non negli altri ma dentro di voi, ognuno può risolvere la sofferenza dentro se stesso, potete farlo facendo completamente ciò che è giusto per voi. Avete pensieri sbagliati che dicono che se fate ciò che è giusto, meglio, benefico per voi, farete qualcosa che non è completamente giusto. È falso! siete il solo cuore che vive nell'universo, se ascoltate il vostro cuore renderete tutto l'universo felice.

Non lo state facendo ora, potete fare meglio, volervi più bene. Può qualcosa che hai fatto essere giusta se ha creato sofferenza in te? Dovreste giudicare quello che è giusto in base a ciò che sentite, quale altro strumento avete?

Potete scegliere qualsiasi sistema di pensiero che giudica secondo giusto e sbagliato, lo indossate come un vestito e scegliete quale vi sta meglio, sentendo ciò che provate, che è quello che fanno tutti e quindi ciò che è giusto è ciò che vi fa stare bene. La cosa più giusta è stare bene o no? La prima cosa giusta è ascoltare ciò che vi fa sentire bene, tutto quello che vi fa stare bene ma fa stare male altre persone allora fa stare male anche voi, perché sentite la sofferenza delle altre persone. Non è fare qualcosa di completamente buono per voi, è un po’ buono un po' cattivo, non fatelo! Fate qualcosa che è completamente buono per voi, è meglio, andate verso il meglio non verso il peggio. Se state meglio, se state bene vi sentirete più amati, più sicuri e se avete meno ansia, meno paura, meno dolore, meno sofferenza dentro di voi.

Non pensate che state facendo un regalo a tutti quelli che vi stanno intorno se andate verso qualcosa che vi fa stare bene, completamente bene? Come posso ferire qualcuno? Posso ferire qualcuno solo se sto soffrendo: "non posso ascoltare te, devo ascoltare la mia sofferenza", "ho bisogno, ho un sacco di bisogni", "non posso ascoltarti". Questo è ciò che accade quando qualcuno soffre, è egoista, crea tanta mancanza di amore, l'amore chiede e lui non risponde perché sta soffrendo, non guarda, non ha energia. Ma se state bene, è allora che ri-inizierete a rispondere a tutto l'amore che il mondo chiede: "per favore abbracciami", "oh, si ti abbraccio". Io sto bene, ti abbraccio e mi sento bene, se sono ferito o spaventato e vivo la mia vita nella sofferenza, quando tu mi chiedi di abbracciarti ti dico:"no non posso, davvero non posso, ho tanti motivi per cui non posso","mi hanno trattato male, non dormo perché sono depresso","non posso abbracciarti, tu devi aiutarmi, come posso aiutarti se non mi aiuti". Io faccio così, non rispondo alla richiesta d'amore, vado a dormire e mi sento ancora più colpevole perché non ti ho abbracciato, aggiungo sofferenza alla mia sofferenza. Dunque se volete risolvere il problema dovete stare bene, non c'è motivo per non stare bene e con questa domanda che mi fai tu vorresti mettere le fondamenta per non stare bene, per non cercare il tuo bene, io non ti aiuto a stare male, voi dovete stare bene e starete bene, non pensate che ci sono ragioni per cui non potete. Se voi starete bene io ne sarò felice, tutti saranno felici, potete aiutare tutti, è giusto e tutti verranno a ringraziarvi: "grazie Diego perché sei così buono e mi hai aiutato", vi ringrazieranno se fate qualcosa che è bene per voi ora.

Faremo luce su un altro aspetto della questione se avete capito la prima parte, se fate qualcosa che è buono per voi, giusto per voi e vi fa stare bene siete pieni d'amore e qualcuno vi accusa, viene da voi e vi dice "no, dovevi indossare una maglietta bianca non una nera, ora mi sento ferito, sei cattivo, sei colpevole, sono arrabbiato con te, sei davvero cattivo, soffro, mi fai soffrire tanto perché dovevi avere una maglietta bianca"

Se voi avete ragione vi sentite bene, non potete avere sbagliato, non credete a quello che vi dicono, non ci credete per niente, andate da loro e li aiutate a stare bene. Perché voi avete energia per aiutarli, non credete alle parole perché non state facendo soffrire nessuno. Andate da loro e li aiutate in modo che possano fare quello che voi avete fatto con voi stessi per stare bene. Non li state facendo soffrire mettendovi una maglietta nera, non potete farli soffrire, il solo che può farmi soffrire sono io stesso, noi abbiamo la chiave di casa nostra se vogliamo non facciamo entrare la sofferenza, ma se vogliamo lasceremo entrare la sofferenza e diremo che c'è una ‘buona’ ragione.

Quando lasciate entrare in voi la sofferenza portate tante "buone" ragioni per averlo fatto, pensateci. Si c'è la sofferenza, sapete che facendo così ci potrà essere un po' di sofferenza, ma avete delle ragioni "evidenti" per soffrire. Ho sofferto dieci anni ma avevo un buon motivo, guardate quello che mi hanno fatto, ho enormi ragioni. Io sono la persona che toglie i motivi a tutti, tolgo il permesso di soffrire, tolgo la licenza, la laurea di sofferente. Hai una laurea, una licenza per soffrire? Puoi darmi la tua patente per soffrire? Oh, no è sbagliata, prima di tutto non è più valida, è scaduta tre anni fa, non è valida, è la prima cosa che guardo quando guardo la patente, è scaduta non hai messo un nuovo timbro per il rinnovo. Voi potete pensare, ci può essere un motivo valido e logico per soffrire? La sofferenza può essere buona? La sofferenza può essere giusta? Giustificabile?

Ogni volta che soffro vedo che la sofferenza non è giusta, non sto pensando alla patente perché la sofferenza è semplice, non conosco nulla che sia più ingiusto della sofferenza e della paura, sofferenza e paura sono il simbolo dell'ingiusto. Quando soffro non è giusto, se fosse giusto dovrei dire che sono pieno di gioia, cambiare parole. Non è mai giusto che soffrite. Quando soffrite vi sbagliate, se qualcuno soffre sbaglia capite? L'amore è giusto, l'odio e la sofferenza sono sbagliati, questa è la risposta finale.

VIDEO EDITING DI FAUNO LAMI
Related Posts with Thumbnails