domenica 19 ottobre 2014

Tu non sei Materia, sei la Mente

DI MARCO CANESTRARI


Spesso ci identifichiamo con il nostro corpo, con il nostro cervello o con tutto ciò che vediamo e percepiamo con i sensi. A causa di questa identificazione soffriamo, quando la materia intorno a noi muta inaspettatamente ed inevitabilmente: una malattia, un furto o la morte di un nostro caro. La sofferenza ha modo di esistere solo finché crediamo di far parte di questo mondo materiale. Ma è davvero così?
Chi è che osserva ed interpreta la materia? Ogni volta che osserviamo un oggetto stiamo ignorando l'aspetto più importante della realtà: l'osservatore.

RIPRESE, MONTAGGIO E TESTO DI FAUNO LAMI

domenica 12 ottobre 2014

Tuo è il Regno

DI MARCO CANESTRARI


Siamo tutti sostenitori di un dogma: Crediamo di essere un prodotto del nostro corpo. Crediamo che il nostro corpo determina delle necessità di cui siamo schiavi e che moriremo con lui. Pensiamo che noi possiamo essere minacciati perché il nostro corpo può essere minacciato dal mondo. Secondo questo dogma, il mondo è un potenziale nemico che ci impone di vivere all’ombra della paura. Noi immaginiamo che il mondo esterno è fatto di materia come il nostro corpo, che i sensi a nostra disposizione ricevano le percezioni da questo mondo esterno e che poi traduciamo in impulsi elettrici tramite il sistema nervoso centrale.
Ma che basi abbiamo per sostenere questo dogma di fede?

Consideriamo per un momento che, all’interno della scatola cranica non entra luce, il cervello è completamente al buio. Questo significa che tutte le immagini di cui siamo consapevoli non sono altro che rappresentazioni derivate da segnali elettrici. Lo stesso dicasi per ogni altro senso, le molecole del fiore che odoriamo non entrano nella scatola cranica. Quindi il profumo di cui siamo consapevoli non è altro che un segnale elettrico che rappresenta tale sensazione. Allora consideriamo quali sono i fatti che abbiamo a disposizione per dare valore ad una ipotesi o ad un'altra:

Tutto l’universo che chiamo materiale inizia dalla consapevolezza di queste informazioni e rappresentazioni. Il sole che guardo è consapevolezza di una rappresentazione. Il calore che sento sulla pelle è consapevolezza di una rappresentazione. Il fiore che odoro è consapevolezza di rappresentazioni. Le memorie che percepisco sono rappresentazioni. Lo stesso vale per ogni parte del mio corpo: i miei occhi, il mio naso, la mia lingua, le mie dita, il mio sistema nervoso centrale, il mio cervello… Tutto, tutto, tutto è consapevolezza di una rappresentazione. Non esiste nient’altro nel mondo che consapevolezze di rappresentazioni, informazioni, idee, concetti, e pensieri. Quindi tutto è mente consapevole. Il mondo è fatto di idee non di materia.

Posso ipotizzare che una rappresentazione è causata da un'altra, posso dare più valore ad una rappresentazione che ad un'altra, posso avere uno scopo od un altro e farci sopra tutti i ragionamenti che voglio. Nulla può cambiare il fatto che tutto ciò che esiste e che ho a disposizione sono sempre contenuti, idee e rappresentazioni. La materia inanimata non esiste. Chi sostiene l’esistenza del fotone, dell’atomo o della molecola come unità materiale priva di consapevolezza, sta inventando. Tutto è considerato da una mente. Tutto inizia da una consapevolezza mentale di informazioni contenuti e rappresentazioni. Tutto sempre rimane li e tutto sempre finisce li nello stesso campo. Non esiste materia, solo idee. Noi siamo mente. Quindi colui che osserva e ciò che è osservato sono in un unico livello di informazioni. Io non sono il corpo né il cervello, che sono solo rappresentazioni concepite da una mente. Io sono colui che è consapevole di queste informazioni: non sto nel mondo rappresentato. Non sono contenuto in questo regno. Il Dogma ci dice che siamo il prodotto di un livello chiamato materia in cui c’è anche il nostro corpo. Tutto questo livello materiale è inesistente perché tutto inizia dalla consapevolezza. Noi iniziamo con il concepire informazioni sui sensi e sul corpo. Non esiste alcun livello che non sia mentale, non c'é alcun corpo. Ciò che chiamiamo mondo con le galassie le stelle la terra ed il mio corpo è quindi un unico livello pieno di capacità consapevole. Non vi è causa precedente a questo livello, non vi è causa precedente che stia in un ipotetico corpo materiale: il mondo esterno è informazione, il corpo è informazione, i sensi sono informazione e la materia è informazione.

In quest’unico piano non possiamo subire nulla di esterno, di separato e minaccioso. In quest’unico piano possiamo esprimere volontà, consapevolezza, scopi, farci domande, insegnare e dare i significati ed i valori alle cose. Ma non lo abbiamo creato e non possiamo crearlo. E’ un parco giochi neutro, rappresentato per noi, in cui nulla muore e nulla si indebolisce, nulla si degrada.

 Questo regno non ci contiene, non lo possiamo toccare ne lo dobbiamo mantenere. Ci è stato dato. Tuo è il regno.

domenica 5 ottobre 2014

Niente è Imperfetto: Chat Illuminante con Marco Canestrari

TRADUZIONE E ADATTAMENTO DI FAUNO LAMI


La seguente chat è stata improvvisata al cellulare, nell’Agosto 2014, si è svolta spontaneamente in lingua inglese, anche se entrambi gli interlocutori sono italiani madrelingua. Vi proponiamo il testo tradotto e quello originale:

    Marco Canestrari:
    Va tutto bene
    Niente é imperfetto
    Tutto sta seguendo il flusso della perfezione
    Niente ha significato di dramma ne di danno ne di fine.
    Tutto sta migliorando e nasce

    Fauno Lami:
    Interessante teoria vorrei approfondire

    Marco Canestrari:
    Ahah Le teorie mi sono finite ieri signò. Giovedì signò

    Fauno Lami:
    Ahah

    Marco Canestrari:
    Io sono con la paura adesso.
    Dentro la paura vedo la perfezione di tutto ciò.

    Fauno Lami:
    Della paura stessa?

    Marco Canestrari:
    Sì, della paura, l’unica paura.
    Nessun passato da vita alla paura. L’adesso è il suo unico regno.
    Sono nel posto in cui nasce. È calmo qui, non c’è confusione. La confusione è lì, molto lontano dalla paura. Io ora vedo con chiarezza.

    Fauno Lami:
    Voglio unirmi a te il prima possibile.

    Marco Canestrari:
    Ti aspettiamo. Ti pretendiamo. Noi non siamo da soli nella realtà. Noi abbiamo bisogno di essere qui nella mente chiara. Anche tu ne hai bisogno.

    Fauno Lami:
    Lo so

    Marco Canestrari:
    Qui ci rinfreschiamo, riprendiamo, riuniamo, rinasciamo. Dall’inizio di tutti i tempi.
    Molti di noi sono stati qui. Il posto in cui la sofferenza viene tramutata in compassione e la morte in potere. È un dono. Io non ho creato questa fonte. L’ho solo trovata. È sempre stata qui. Non avere fretta. Più fretta hai, più la fonte si allontana da te. La fonte si rivela solo a certe condizioni. Una condizione è: voler vedere. È richiesto un bisogno completo di avere una visione chiara. Tu in questo vai bene. La fonte richiede condizioni emotive. Devi essere te stesso se vuoi vederla. Ciò significa: nessuna difesa ed essere pronti all’ignoto. Solo un secondo è necessario. E basterà.

    Fauno Lami:
    Mi nascondo troppo?
    Come posso abbassare le mie difese?

    Marco Canestrari:
    Sì, tu hai degli idoli e pensi che ti difendano. La fonte non si mostra ai credenti. Bellezza, vestiti, conoscenza, ragazze, musica e tutte le tue creazioni sono idoli creati per difenderti. Falliranno nel difenderti. Perderanno. La fonte si mostra solo ai giusti. La mente corretta vede la fonte. Devi prima essere pronto a vedere la fonte, poi la vedrai. Tu decidi quando sarai pronto. Tu decidi quando abbandonare tutti gli idoli. Sii pronto per la verità. La paura ha il suo posto. La nascita della paura è sacra. La paura nasce DAL DORMIENTE, quello é il posto, sei tu. Io ti amo. Tu hai un posto. Trovati un posto. Sii pronto ad avere un posto. Lo meriti. Sii rivoluzionario, smetti di scappare dalla paura.

    Fauno Lami:
    Io voglio conoscere la verità, anche su me stesso.
    Sono stanco di nascondermi.

    Marco Canestrari:
    Allora guarda in te, senza pregiudizi.
    Pronto a vedere anche ciò che non vuoi vedere.
    Sii pronto a tutto.
    Perché nel viaggio scoprirai TUTTO CIÒ CHE NON VUOI SCOPRIRE.

    Fauno Lami:
    Non so cosa devo osservare.
    Ho così tanta confusione in me.

    Marco Canestrari:
    Non essere umile, non essere orgoglioso. Osservare è la mia volontà. Guarda la confusione, è un posto meraviglioso con cui iniziare. rendi la confusione la tua casa. La tua casa è dove inizi. Ama la strada che percorri. Perché tu sei sacro. Ogni strada che percorri è sacra. La confusione ha un posto. Io sono qui. Sto piangendo, poiché amo la nascita della confusione. Essa ha un posto perfetto. Lo amo. Lo amo così tanto e vedo chiaramente il significato pieno d’amore di tutto ciò.

    Fauno Lami:
    Come faccio a saperlo, se sono confuso?

    Marco Canestrari:
    Non lo sei. La confusione ha diritto ad esistere. Segui la tua volontà, non le tue idee. La tua volontà sta creando il presente. È facile vedere la tua volontà. Le tue idee sono giochi per bambini. Tu ora stai volendo. E creando. Io ti vedo. Lo stai già facendo. Puoi solo decidere quando prenderne coscienza. Se vuoi farlo. Accettalo. SE VUOI!! Se non vuoi, le cose rimarranno come sono. Non hai potere di cambiare la realtà. Puoi solo essere il creatore. Non puoi cambiare ciò. E non potrai mai. Questo non è affatto un problema. Il tuo dolore ha un posto. Comprendi ciò che ti dico. Hai il diritto di creare confusione e dolore. LO STAI FACENDO!! Sei santo. Virtuoso, non colpevole. Hai un posto in paradiso. COSì COME SEI ADESSO.
    Stacce.

    Fauno Lami
    Ahah stacce  (deal with it)

    Marco Canestrari:
    Ahah
    La perfezione non ti teme (dato che tu la sfidi).
    Non puoi trasformare la perfezione in errore.
    Stacce.

    Fauno Lami:
    Sono volenteroso di vedere l’inconsistenza di tutti gli errori.

    Marco Canestrari:
    Questa volontà implica che gli errori esistano nel presente. Non puoi creare errori. Mi dispiace. La tua volontà sarà delusa. Tu hai un posto in paradiso adesso, non domani. “L’inconsistenza” non può essere vista. È inconsistente. Il “non vero” non è stato creato. E non puoi insistere a crearlo, fallirai. Il falso non può essere visto. Solo ciò che esiste può essere visto. Non c’è spazio nella realtà per il falso. Ciò che dico è semplice. Non complicato. Abbastanza ovvio. La tua volontà di creare errori è complicata. La realtà è una questione di mente. I pensieri falsi non significano nulla. Assurdità. Non possono essere visti nella mente, è comico. Ahah. Cercare di vedere il “non reale”. Acchiapparlo e capirlo, lol.

    Fauno Lami:
    :D

    Marco Canestrari:
    La tua volontà è destinata a morire, perché è volontà del nulla.
    Ti stancherai della sua mancanza di soddisfazione.
    Ti stancherai di tutto ciò. TI STANCHERAI!

    Fauno Lami:
    Sono stanco, ma non vedo la causa di ciò.
    Vedo la volontà come uno strumento per migliorare e fuggire.

    Marco Canestrari:
    Non la vedi perché vuoi ancora usare la volontà.
    Sì, la tua volontà (la volontà di Fauno) deve morire. Perché è in cerca del nulla.
    Ti stancherai di essere senza una volontà che vinca.
    Non vedrai MAI nessun errore, perché la realtà non è un errore.
    Continua a provare, ma ti avverto: non troverai mai un singolo errore, mai.

    Fauno Lami:
    Il posto principale, se non l’unico, in cui vedo errori è in me stesso.

    Marco Canestrari:
    Lol, quello è il posto più sacro, lol.

    Fauno Lami:
    È come se fossi un errore o se potessi crearli.

    Marco Canestrari:
    Semplicemente ti sbagli.
    Crei soltanto PAROLE.
    Parole sbagliate, lol.

    Fauno Lami:
    Sorriso

    Marco Canestrari:
    Io non vedo errori in te.
    Dici parole false.

    Fauno Lami:
    Ma tu dici che io ho dei falsi idoli, questo mi fa vergognare.

    Marco Canestrari:
    Sì. I tuoi falsi idoli sono le parole “Io sono un errore” o le parole “La conoscenza, la bellezza o la mente possono migliorarmi rispetto all’errore che io sono ora”. Sono tutti falsi idoli, falsi pensieri. Ti sbagli. I tuoi idoli sono sbagliati. Non ci sono errori in te. Dici parole false. Questo non è un errore. Le parole false NON CREANO FALSE REALTÀ (ciò sarebbe un errore, una falsa realtà). Dire “Io sono un errore” non ti rende un errore. È così semplice. Dire “Io sono una papera” non ti rende una papera. Non crei errori. Puoi solo parlarne, se ti piace farlo.

    Fauno Lami:
    Ti sono grato per vedere la perfezione in me e ti prego di insegnarmi a vederla io stesso.

    Marco Canestrari:
    Se questa è la tua volontà, oh sì, lo farai.
    Ti assicuro che lo farai, perché io ti amo.
    Questa è la principale sicurezza.
    Ti insegnerò, lo sto già facendo.
    Le tue divinità moriranno, non posso fallire.

    Fauno Lami:
    Che sia una morte rapida e indolore :D

    Marco Canestrari:
    Lol, nulla può morire in te, se non le parole false.
    Solo la gioia è ammessa nella realtà.
    Tu non cambierai, vedrai solamente te stesso.
    Non c’è dolore nell’abbandonare parole prive di significato.
    Ti aspettiamo nella gioia, non nel dolore.


    ____________________________________________________________


    Originale in inglese:

    Marco Canestrari:
    Everything is completely correct
    Nothing is imperfect
    Everything is following the flow of perfection
    Nothing means tragedy nor end
    Everything is improving and birthing

    Fauno Lami:
    Interesting theory, I would like to go deeper

    Marco Canestrari:
    Ahah I’m out of theories.
    I finished them yesterday.

    Fauno Lami:
    Ahah

    Marco Canestrari:
    I am with fear now.
    Inside fear I see the perfection of all of that

    Fauno Lami:
    Of fear itself?

    Marco Canestrari:
    Yes fear The only fear.
    No past gives birth to fear
    The now is the realm of it all
    I am in the place where it is born
    It is calm here No confusion is here
    Confusion is over there, very far from the fear I see clearly now

    Fauno Lami:
    I want to join you as soon as possible

    Marco Canestrari:
    We wait for you
    We claim you
    We are not alone here in reality
    We need to be here In clear mind
    We want to see. You need it too

    Fauno Lami:
    I know

    Marco Canestrari:
    Here we refresh, regain, rejoin, reset, reborn. From beginning of all Times Many of us have been here. The place where sorrow Is changed into compassion Death into power. It’s a gift, I have not created this source. I only have found it. It already has been here Don’t hurry. The more you hurry, the far the source goes from you. The source shows itself only to certain conditions. One is: wanting to see. Complete need for clear view. You do well in this. The source needs emotional conditions. You must be yourself If you want to see it. That means: no defences, ready for the unknown. Only one second is needed. It Will be enough

    Fauno Lami:
    Do i hide too much?
    How can i lower my defences?

    Marco Canestrari:
    Yes you have idols. You think they defend you. The source doesn’t show to believers. Beauty, clothes, knowing, girls, music, and all of your own creations are idols made to defend you. They Will fail to defend you. They Will lose. The source shows itself only to the righteous ones. The correct mind sees the source. You must first be ready to see the source. Then you Will see it. You choose when you will be ready. You choose when to give up all idols. Be ready for the truth. Fear has its place. Birth of fear is sacred. Birth of fear is THE DREAMER, it’s you. I love you. You have a place. Give yourself a place. Be ready to have a place. You deserve it. Be revolutionary. Stop running away from fear

    Fauno Lami:
    I want to know the truth, also about myself.
    I'm tired of hiding.

    Marco Canestrari:
    Then look into yourself, without prejudices. Ready to see even that you don’t want to see. Be ready for everything. Because in the journey you will discover ALL YOU DON’T WANT TO DISCOVER

    Fauno Lami:
    I don't know what to look at.
    I have so much confusion in me.

    Marco Canestrari:
    Don’t be humble, don’t be proud. Observing is My Will. Look at confusion it’s a wonderful place to start. Make confusion your home. It is your home where you start. Love the path you walk. Because you are sacred. Any path you walk is sacred. Confusion has a place. I am here. I am crying for I love the birth of confusion. It has a perfect place. I love that. I love that so much. I see clearly the lovely meaning of it all.

    Fauno Lami:
    How can I know, if I am confused?

    Marco Canestrari:
    You are not. Confusion has the right to exist. Follow your Will, Not your ideas. Your Will is creating in the now. It’s easy to see your Will. Your ideas are child games You are now Willing. And creating. I see you. You already are doing that. You can only decide when to acknowledge this. If your want to. Deal with it. IF YOU WANT!! If you do not want, things will remain the same. You have no power to change reality. You can only be the creator. You never changed this. And you never will. This is not a problem at all. Your pain has a place. Understand what I say to you. You have the right to create confusion and pain. YOU ARE saint! Righteous, not guilty. You have place in heaven. THE WAY YOU ARE NOW. Deal with it.

    Fauno Lami:
    Ahah deal with it

    Marco Canestrari:
    Ahah
    Perfection doesn’t fear you.
    You can’t make perfection a mistake.
    Deal with it.

    Fauno Lami:
    I'm willing to see the inconsistency of all mistakes

    Marco Canestrari:
    This Will implies that mistakes exists in the now. You can’t create mistakes, I am sorry. Your Will be disappointed. You have a place in heaven now, not tomorrow "Inconsistency" cannot be seen. It is inconsistent The "not true" hasn’t been created. And you can’t insist in creating it, you are going to fail. The false can’t be seen. Only what exists can be seen. No place in reality for the false. What I say is simple. Not complicated. Quite obvious. Your Will to create mistakes is complicated. Reality is a mind thing. False thought means nothing. Nonsense. They can’t be seen in mind. It’s hilarious. Ahah Trying to see the "not real" To catch it and understand it, lol

    Fauno Lami:
    :D

    Marco Canestrari:
    Your Will is going to die. Because it’s Will for nothing. You Will be tired of its lack of satisfaction. You are going to be tired of it all, BE TIRED!

    Fauno Lami:
    I am tired, but I don't see the cause of it.
    I see the will as a tool to improve and escape.

    Marco Canestrari:
    You don’t see because you still want to Use Will.
    Yes your Will (Fauno’s Will) must die because it is in search for nothing. You Will be tired of being without a Will that wins. You will NEVER see any mistakes, because reality is not a mistake. Keep trying but I warn you. You Will never find a single mistake, never.

    Fauno Lami:
    The main, if not only place where I see mistakes is in me

    Marco Canestrari:
    Lol, that is the most sacred one lol.

    Fauno Lami:
    As if I was a mistake or I could create them

    Marco Canestrari:
    You are simply wrong You only create WORDS Wrong words , lol

    Fauno Lami:
    Sorriso

    Marco Canestrari:
    I don’t see any mistake in you.
    You say false words.

    Fauno Lami:
    But you say I have false idols, I am ashamed of that.

    Marco Canestrari:
    Yes. Your false idols are the words "I am a mistake" Or the words "Will, beauty or mind can make me be better than the mistake I am now". All false idols, false thoughts. You are wrong. You idols are wrong. No mistake is in you. You say false words. That is not a mistake. False words DON’T CREATE A FALSE REALITY (that would be a mistake, a false reality). Saying "I am a mistake" don’t makes you a mistake. It’s so simple. Saying "I am a duck" doesn’t make you a duck. You do not create mistakes. You can only talk about it, If you like to do that.

    Fauno Lami:
    I'm thankful you see perfection in me.
    I beg you to teach me how to see it myself.

    Marco Canestrari:
    If thats your Will, oh yes, you Will. Be assured that you Will. Because I love you. That is the main assurance. I Will teach you, I am already doing it. Your gods are going to die. I can’t fail.

    Fauno Lami:
    Let it be a quick and painless death :D

    Marco Canestrari:
    Lol Nothing can die in you, but false words. Only joy is allowed in reality. You are not going to change. You are only going to see yourself. There is no pain is in giving up meaningless words. We wait you in joy, not in pain.




Related Posts with Thumbnails