mercoledì 18 ottobre 2017

Non Abbiate Paura di Ciò Che Siete

DI MARCO CANESTRARI

fearless_by_disse86-d8gd4ci


Verrà un giorno in cui l'essere umano
non si occuperà più mentalmente...
di dover agire secondo fini etici, morali o sociali...

L’espressione pura e incondizionata
di ciò che realmente siamo
libera dalla corruzione del passato
sarà la garanzia naturale
di un mondo senza ingiustizia

Non abbiate paura
di rimanere soli
senza idoli, guide o riferimenti

Non abbiate paura
di ciò che siete

Marco Canestrari

ABBIAMO PAURA DI PERDERE L’EGO

- In Regalo un Piccolo estratto dall’ultimo ritiro a Orte di Marco Canestrari –


Noi non sappiamo niente. Soprattutto non sappiamo niente riguardo alla felicità, al dolore, alla paura e alla colpa. Non abbiamo nessuna certezza interpretativa della realtà, non abbiamo nessun modo certo di dare un senso a quello che ci succede, sia positivo che negativo. Quando arriva la paura noi non abbiamo nessun modo certo di dire che è brutta e quando arriva i...l piacere noi non abbiamo nessun modo certo di dire che è bello.

A noi interessa avere un appiglio sulla realtà e abbiamo una paura tremenda di non sapere niente, di perdere ogni certezza. Infatti l'unica paura è quella di non avere più coscienza del mondo, di morire. L’unica paura abbiamo è quella che ci muoia l'ego, abbiamo paura di perdere quella struttura interpretativa piena di traumi che distorce personalmente e soggettivamente ciò che c'è, abbiamo paura di perdere il filtro soggettivo della realtà. Non ce n'è un'altra di paura: La paura del risveglio. Tutte le altre paure sono figlie di questa.

Noi abbiamo paura di non sapere niente. Io vengo e vi dico: “voi già adesso avete zero certezze sulla realtà”. Nessuno ha mai avuto certezze, nemmeno io so quello che sta succedendo. Potrei coprire ciò che esiste con parole e nozioni ma in realtà io non so cosa sia.

Questa cosa che c'è, che sono, è libera dalle parole, prima viene lei e poi si cerca di commentarla, riconoscerla e descriverla, ma in realtà nessuno è mai riuscito a farlo definitivamente. Nel prendere coscienza interamente, alla radice dell'essere, tu non puoi avere nessun appiglio, nessun riferimento, nessuno schema di giusto e sbagliato, nessuno schema di “questo è vero” e “questo è falso”, nessun riconoscimento, niente.

Questa poggiatezza a terra priva di coscienza non è l’inferno ma una commovente meraviglia. Non so chi io sia, non ci sono basi di partenza per nulla, questa è la verità, il resto è illusione.

Il problema si pone solo se si presuppongono delle basi di partenza, Il problema c'è solo se il sapere è parziale e contraddittorio, solo in questa maniera si può interpretare l’esistenza del dolore, se invece non sai niente rimane solo il fatto: ciò che c’è.

Non c'è più il sogno. Se non sai niente, non sai niente per sporcare ciò che c'è, né per separarti da ciò che c'è.

giovedì 12 ottobre 2017

Una Vita Semplice

DI MARCO CANESTRARI

Image from million-wallpapers.com 1920x1080


La vita non è una successione frettolosa
di attività superficiali e sbrigative
in attesa di un futuro consapevole
che sarà vissuto pienamente

La vita è esattamente
in quello che stai facendo quotidianamente
ed è solo in questo semplice presente
che puoi trovare il suo segreto
e la tua pace